A cozzare, innovazione made in Zucchi (in un mare di firme)

A cozzare, innovazione made in Zucchi (in un mare di firme)

CHICCO L’INNOVATORE

Parziale. Nel suo programma per la conquista di Crema, non temiate elettori, non si tratta del Barbarossa, pubblicato con lo spazio che merita dall’Inviato Quotidiano dei fratelli Salini, ha dimenticato la professionalità di padre…… —Allo tesso tempo ci sono diverse professionalità che hanno a cuore il sociale: medici, insegnanti e madri.

IDEA PRIMARIE

Il Partito democratico smetterà finalmente di rompere le palle, d’esser l’unico: anche a Crema è il popolo a volere Chicco Zucchi, non i soliti dirigenti. Dall’Inviato Quotidiano dei fratelli Salini: —La questione liste e firme merita certamente una prima riflessione, per permetterci di giudicare la campagna in corso. Dieci le liste a sostegno di Zucchi, di cui cinque civiche, e sei quelle a sostegno della Bonaldi, di cui quattro civiche. E poi le tre liste autonome: la lista di Mimma Aiello, il Movimento 5 Stelle e il Popolo della famiglia. Il tutto per un totale di oltre 4.200 firme raccolte a sostegno: circa 2.100 quelle raccolte dalle liste pro Zucchi, 1.400 circa quelle per la Bonaldi. Se la partecipazione è la base della democrazia, di fronte a tutto questo movimento non c’è che da essere lieti e soddisfatti. Che un candidato come Zucchi, sbarcato adesso nell’agone pubblico, in maniera autonoma e senza sostegno da parte delle altre forze politiche, sia riuscito a presentarsi alle elezioni con cinque liste civiche, per un totale di 1.200 firme raccolte, non può che essere visto come un elemento positivo per chi ha a cuore la democrazia.

Flaminio Cozzaglio

(Visited 134 times, 6 visits today)