A questo centro destra servirebbe un “papa laico”, ma in vista del 2017 forse …

A questo centro destra servirebbe un “papa laico”, ma in vista del 2017 forse …

Antonio Agazzi, pezzo da Novanta dell’opposizione politica, instancabile, sostiene che la giunta Stefania Bonaldi sia al capolinea per … pessima azione di governo. Lui del resto il ruolo di … oppositore libero lo sta interpretando alla grande e proprio perché ci mette faccia, cuore, impegno e coraggio meriterebbe di essere il candidato sindaco che sfiderà la Bonaldi nel 2017, ma siamo sicuri che il bravo e buon Antonio, da solo, basti a sfidare la macchina da guerra del Pd? Sono infatti tanti a sostenere che, per stravincere le elezioni serva per così dire un … “papa laico”; tanto per non fare esempi un candidato pesante e pensante del calibro di Umberto Cabini, senza dimenticare nomination importanti quali il dottor Inama e Marina Zanotti ecco farebbero la differenza.

Ma pure l’ex sindaco Cesare Giovinetti, leghista dialogante, alla causa saprebbe dare il suo contributo, senza dimenticare l’immenso Renato Ancorotti, mentre ai box scalpitano Simone Beretta, Laura Zanibelli e Chicco Zucchi. Detto questo, la minoranza globalmente si merita un 7 per il giusto (il ruolo richiede soprattutto questo) casino che fa, ma dovrebbe iniziare a essere per così dire più … propositiva, magari istituendo una giunta ombra con tanto di candidato sindaco in movimento. E’ infine un vero peccato che, per vari motivi, pezzi da novanta del centrodestra che fu tipo Maurizio Borghetti, Francesco Martelli e Bruno Bruttomesso (persona squisita) siano da tempo ai box. Signori, dove siete finiti? Se ci siete battete un colpo che il vostro impegno è sempre gradito.

Stefano Mauri

(Visited 27 times, 4 visits today)