Abatantuono regista teatrale con una buffa morte in scena a Crema

Abatantuono regista teatrale con una buffa morte in scena a Crema

Dopo il debutto in prima nazionale al Manzoni di Milano, approda al Teatro San Domenico di Crema la commedia brillante Vengo a prenderti stasera tratta da La morte dei comici di Lorenzo Beccati e Valerio Peretti Cucchi, con la prima regia teatrale di Diego Abatantuono, presente anche come attore.

Un breve accenno all’argomento: c’è una Morte allegra, riservata solo ai comici, che “viene a prendere” un cabarettista fallito al termine della sua vita senza successi. La Morte tenta di convincerlo a spirare con il racconto della dipartita di grandi artisti come Chaplin e Totò, ma invano. Il guitto oppone resistenza, ma, in questo incontro con la sua morte, vediamo nascere una singolare amicizia tra i due personaggi.

Assistiamo a un carosello di emozioni e risate, un alternarsi di momenti conflittuali e altri di complicità, dosati in un perfetto equilibrio che riesce a conquistare appieno il consenso del pubblico. Dialogo surreale, esilarante, da morire. Dal ridere, naturalmente.

Gli equivoci e i contrasti tra i due proseguono fino ad approdare a un sorprendente colpo di scena finale. Tutto all’insegna della più accesa comicità. Il tema della morte, affascinante ma complesso, è trattato con leggera ironia e grande sensibilità; gli interpreti sono perfetti nel loro ruolo e sanno toccare con istrionica maestria sia le corde del tragico che del riso, come recita il programma di sala.

Le scene sono a cura di Gianandrea Gazzola; le musiche sono curate da Diego Abatantuono, Nini Salerno e Gianandrea Gazzola.

Maurino Di Francesco è il comico fallito e Nini Salerno è la Morte. Il tocco sapiente di Abatantuono garantisce per la riuscita della piéce e gli attori possiedono in sommo grado quella spontaneità che comunica al pubblico lo stato di grazia.

Eva Mai

(Visited 31 times, 7 visits today)