Affaire Pierina, il comune risponde alle accuse del patron del Crema Zucchi

Affaire Pierina, il comune risponde alle accuse del patron del Crema Zucchi

Dati (tabulati e stampe di sms) alla mano per supportare la sua tesi, dopo il cosiddetto, presunto “passo indietro” della giunta (causa altre priorità) sul progetto (ideato dall’Ac Crema 1908) teso a riqualificare la Pierina, in una conferenza stampa ad hoc, il presidente del secondo team cittadino Chicco Zucchi, molto acceso nei toni, ha lasciato intendere che non parlerà più col sindaco Stefania Bonaldi dalla quale, deluso, pretende le scuse per il dietrofront. L’amministrazione comunale ha risposto all’esponente dell’Asvicom col seguente comunicato firmato dall’assessore al lavori pubblici Fabio Bergamaschi, dall’assessore al comprensorio Matteo Piloni e dal delgato per lo sport Walter Della Frera:

“Stupiscono le parole del Presidente dell’AC Crema Enrico Zucchi. E lasciano alquanto sorpresi modalità e toni usati. Durante l’ultimo incontro del 3 febbraio scorso,  nel quale da parte nostra tutto era stato chiarito e nel quale sono stati ribaditi la nostra disponibilità, attenzione e supporto, ora leggiamo le dichiarazioni del Presidente dell’AC Crema che ritira il progetto, già presentato pubblicamente. Ovviamente la scelta è assolutamente legittima e rientra nelle facoltà della società sportiva. D’altronde, come abbiamo più volte ribadito, il nostro interesse c’era e resta. Eravamo anche rimasti d’accordo, il 3 Febbraio scorso, che ci sarebbe stato presentato un ulteriore progetto, rimodulato in modo da  non tenere conto dei finanziamenti emblematici. Parliamo di circa un milione di finanziamento su un progetto che complessivamente ne cubava otto o nove, dunque l’eventuale finanziamento Cariplo, pur importante, non sarebbe certo stato decisivo. Finanziamenti che, val la pena chiarire, sono a disposizione della Fondazione Cariplo, e non certo del Comune, e che debbono avere determinati requisiti. Il Comune è proprietario dell’area della Pierina, che avremmo messo a bando per il suo utilizzo. Forse Zucchi non ha ben chiari questi passaggi, nonostante negli ultimi due incontri, uno in ottobre e uno in febbraio, pensassimo di avere chiarito tutte le questioni. Evidentemente la scelta dell’AC Crema è stata presa per altri motivi, che nulla hanno a che fare con le fantasiose ricostruzioni di Zucchi, il quale, rendendo pubblici gli scambi via sms con il Sindaco (a proposito: che “galanteria”!) non ha che confermato di essere stato informato del venire meno della opzione di un eventuale finanziamento dai Fondi Emblematici ben dieci giorni prima dell’Assemblea pubblica del Crema, come da noi dichiarato nei giorni scorsi. Resta il fatto che la nostra Amministrazione sulla Pierina intende muoversi con la massima prudenza, anche per evitare altre “ferite aperte” come quella della scuola di CL , che pesa come un macigno sulla nostra città. Vogliamo sperare che questa non sia una colpa. Egualmente ci auguriamo che non lo sia quella di provare a trovare una soluzione per il superamento della barriera ferroviaria di Santa Maria, per la quale stiamo lavorando e siamo intenzionati ad intercettare i fondi Emblematici della Fondazione Cariplo”.

Stefano Mauri

 

 

(Visited 39 times, 6 visits today)