Agazzi, la Bonaldi guarda Milano e Piloni guarda Cremona e Mantova ma comunque sia saremmo sempre periferia

Agazzi, la Bonaldi guarda Milano e Piloni guarda Cremona e Mantova ma comunque sia saremmo sempre periferia

Povera Bonaldi, periodo davvero crepuscolare quello che sta vivendo! Oggi il Suo rapporto con Matteo Piloni, Segretario Provinciale del PD e “Suo” Assessore alla Pianificazione Territoriale (Urbanistica), non pare granché dissimile da quello del Sindaco che l’ha preceduta con il “Suo” uomo forte di allora, in quel caso con delega ai Lavori Pubblici…

Stefania Bonaldi – prima di uno scivolone clamoroso, quello della e mail ai Sindaci “fidati” del PD in cui, tra le atre cose, definisce “pecoroni” 26 colleghi del Cremasco, – apre all’ipotesi di orientare l’Area Omogenea cremasca in direzione dell’Area Metropolitana di Milano; ebbene, oggi deve accettare che il “Suo” Assessore-Segretario Provinciale del PD la sconfessi su tutta la linea, facendo capire chi comanda e la strategia del Partito: si resta con Cremona e Mantova, di Milano saremmo la “periferia”.

La domanda sorge spontanea: di Cremona-Mantova ecc. … saremmo invece il “centro”? Il PD si è ufficialmente schierato contro gli interessi del Cremasco, forse per questo ha sgambettato il Suo Sindaco, per ridurla all’obbedienza? E Lei continuerà a tenersi in Giunta Piloni, il “Suo” uomo forte, esattamente come fece…con il proprio…il Suo predecessore? Ma non le piaceva accreditare l’immagine della donna con gli “attributi”?

Antonio Agazzi Capo Gruppo di “Servire il cittadino” in Comune a Crema

(Visited 140 times, 25 visits today)