Ah … quando il giornalista gourmet Antonio Bozzo elogiò I Tortelli Cremaschi del cuoco Bassano Vailati

Ah … quando il giornalista gourmet Antonio Bozzo elogiò I Tortelli Cremaschi del cuoco Bassano Vailati

Verdure fredde (fagiolini, carote, zucchine), cipolle fritte, vitello tonnato, tortelli cremaschi (tra i migliori che si possano mangiare: ed è un primato difficile da mantenere, perché in questa parte di mondo i tortelli sono una religione con tanti bravi sacerdoti), lambrusco. Tutto da Bassano, una delle ultime vere trattorie italiane, a Madignano, vicino a Crema. Non una trattoria sconosciuta. Oltre che a Roberta Schira (qui nella foto con il patron, Bassano Vailati), questo posto ha suscitato lodi a Camillo Langone, Allan Bay, Tommaso Farina, Camilla Baresani,Davide Rampello, Antonio Ricci: e finiamo qui una lista di nomi noti che risulterebbe stucchevole. Bassano non si vanta dei clienti illustri: per lui è illustre, degno di massima considerazione, chi ama la cucina vera, che non tradisce i principi di base e si ispira alla zona dove nasce. Una sorta di “cucina d’amore”, avrebbe detto Franco Colombani, maestro di Bassano e apripista della nuova cucina italiana al Sole di Maleo. Stasera felice sosta qui, per sfuggire la calura. Con un Bassano in gran forma, dopo un periodo in cui la salute gli ha giocato un tiro mancino, per fortuna neutralizzato.

Così postò sulla sua pagina Facebook nei giorni scorsi Antonio Bozzo, grande, grandissimo giornalista gourmet. Chapeau!

sm

(Visited 39 times, 39 visits today)