All’aperitivo del Chicco mi si nota di più se vengo, se non vengo o se vengo e me ne sto in disparte?

All’aperitivo del Chicco mi si nota di più se vengo, se non vengo o se vengo e me ne sto in disparte?

Immaginiamo che per il dissidente di Forza Italia Antonio Agazzi, che ha accettato di essere in lista bevendo l’amaro calice dell’obtorto collo su Zucchi, che non gli piace e non ne fa mistero, debba essere poco bello avere il quartier generale del Chiccone proprio in pieno centro, visto la sua propensione a vascheggiare e chiacchierare con la gente. All’aperitivo di venerdì scorso non ha partecipato. Ovvio. Già quelli della corrente berettiana c’erano ma erano un po’ defilati.

Ma è stato segnalato li nei pressi, ostinatamente di spalle, col suo cagnolino fedelissimo. Un po’ nello stile del monologo di Michele Apicella (Nanni Moretti) in Ecce Bombo. “Ma mi si nota di più se vengo, se non vengo o se vengo e me ne sto in disparte?”, Agazzi ho scelto la quarta via non ipotizzata da Apicella. “Non vengo ma passo in zona e mi faccio vedere”. Genio

Bruno Mattei

(Visited 658 times, 29 visits today)