Altro che Immacolata, ecco una Immacolata scandalosa che anima le feste peccaminose

Altro che Immacolata, ecco una Immacolata scandalosa che anima le feste peccaminose

Tonache e sesso, si sa, è sempre stata una accoppiata vincente. Dal cinema all’informazione. Non per nulla esiste un filone cinematografico chiamato nunsploitation, dove i protagonisti delle scollacciate, peccaminose, spesso morbose, storie erano preti e soprattutto suore.

Pare una trama di quei mitici film l’affaire Vatileaks2, già il fatto che sia una seconda versione (la vendetta)… Intanto la protagonista ha un nome da Francesca Immacolata Chaouqui. Due nomi che più italiani, pudici e cattolici non si può e quel cognome esotico (come il suo aspetto fisico). Gia l’aspetto. In alcune foto pare una bomba sexy, in altre una modella, in altre una ragazza acqua e sapone, in altre una manager. In tutte il tasso ormonale è alto.

Ora l’italo marocchina e il buon monsignor Balda sono imputati in Vaticano per istigazione alla concussione e spionaggio informatico, così riporta la stampa. Ma ovvimente il sesso entra a gamba tesa. Il pretone rivela di essere andato a letto con la Chaouqui nelle stanze di un garnde albergo di lusso fiorentino. Lei nega dicendo che manco gli piacciono le donne.

Lui insisite come se fosse un punto d’onore, spiegando che quando al mattino gli addetti rifecero la camera trovarono quella di lei in ordine e nella sua gran casino e un baby doll sensualisimo bello stropicciato. Eh, il fetish si sa tira anche lui. Di lei si era gia parlato nel 2013. Panorama la deviniva: “una bomba sexy oltre tevere”, avendo scovato dei nudi artisitci sul web, lei che era membro della commissione papale, istituita il 18 luglio 2013 da papa Francesco per mettere luce nei casini economici del vaticano.

Sesso, soldi e celebrità (o selebrity, per citare i geni di Caterpillar AM). E anche social network, che come nuova esse del giornalismo che tira ci sta. Visto che la Immacolata aveva sparato su Twitter cose niente male: il Papa con la leucemia, Tremonti gay.

Sempre Panorama racconta che al lavoro è tutt’altro. Minuta, poco truccata, poco appariscente. Per questo ancora più attranente diremmo. Ma leggetevi il resto del pezzo QUI.

Bruno Mattei

(Visited 150 times, 32 visits today)