Chiusa ormai da anni, entro i primi mesi del 2016, pure le ruspe entreranno in azione per demolire, chiudendo così definitivamente la sua era, la discoteca Studio Zeta di Caravaggio. Da quelle parti, proprio in prossimità del casello autostradale orobico della BreBeMi sorgerà un centro commerciale (con annesso l’Esselunga) importante e, pare addirittura che il polo, condizionale d’obbligo, potrebbe ospitare in divenire i nuovi studi radiofonici dell’emittente Rtl 102.5. Si perché a margine di questa variegata operazioni immobiliare, Radio Zeta, storica emittente bergamasca creata dal leggendario Angelo Zibetti alias Angelotto, nel frattempo è stata acquisita proprio da Rtl e, da gennaio dovrebbe chiamarsi L’Italiana Radio Zeta (con futuro spazio in video sul canale 737 del Digitale Terrestre). Di questo e altro abbiamo palato con Francesco Nava (nella foto è ritratto con l’Angelotto, ndr), speaker (ma anche Dj, presentatore e produttore) cremasco di Radio Zeta. L’intervista è stata ospitata pure dal settimanale MondoPadano.

Questione di mesi poi mezzi meccanici demoliranno lo Studio Zeta e il suo contorno…

Si ma è bene ricordare che in pratica lo Studio, vale a dire la discoteca è chiusa da anni in pratica.

Ma è davvero finita l’era fortunata delle discoteche?

Allora esistono, o meglio resistono le eccezioni positive. Per esempio voglio citare la Magika di Bagnolo Cremasco del buon e bravo Carlo Visioli cui vanno i complimenti per l’ottimo lavoro svolto sin qui. Ah non dimentichiamo inoltre il sempreverde River di Soncino. Ecco ciò detto comunque si, forse l’epopea entusiasmante delle classiche, grandi discoteche è chiusa e finita, ora vanno di moda club settoriali consacrati alla cosiddetta musica di settore: house, latino americano e così via.

Farai parte del nuovo progetto radiofonico che di fatto trasformerà Radio Zeta?

Risposta affermativa con Daniela Invernizzi dovremmo animare lo spazio di primo mattino dalle 6 alle 8. Ma è tutto un working progress e le varie ufficialità verranno illustrate prossimamente. Da gennaio trasmetteremo dai nuovi studi di Cologno Monzese.

Sei contento della nuova avventura radiofonica?

Certamente perché in un mondo chiuso, statico e avaro di novità qual è l’attuale pianeta radiofonico ben vengano le buone opportunità. Perché quella creata dall’ottimo Lorenzo Suraci (patron di Rtl) e dall’intramontabile Angelotto è appunto una straordinaria, fantastica possibilità. Entreremo a far parte di un gruppo serio e lavoreremo con artisti, tra gli altri, del calibro di Marco Predolin ed Elonoire Casalegno.

Sei in onda da una vita ma conservi l’entusiasmo di un ragazzino.

Ho superato un momento buio dal punto di vista personale e l’ho fatto soprattutto grazie al mio essere entusiasta del lavoro e di lavorare in radio.

Francisco Navarro, il personaggio (una sorta di alter ego, ndr) creato dalla tua verve artistica che, nei primi anni Novanta contribuì a diffondere i ritmi latino brasiliani in Italia non si vede in giro da tempo. Ce lo saluti se lo vedi?

Non mancherò e chissà, magari prima o poi Dj Francisco tornerà.

Stefano Mauri

 

(Visited 1.562 times, 478 visits today)
Share