Anno positivo per il Pergo ma ora bisogna stravincere il derby e volare alto

Anno positivo per il Pergo ma ora bisogna stravincere il derby e volare alto

Allora l’annata agonistica 2016 – 2017 per la Pergolettese, indubbiamente è positiva, ma la promozione in Cnd storica dell’Ac Crema 1908 ecco rischia di scombussolare questi giorni sereni, o meglio potrebbe far diventare, per carità per cause indipendenti la sua volontà, il deus ex machina canarino Cesare Fogliazza come, udite, udite … il calciofilo “cannibale” famoso per aver riammesso in auge il blasone nerobianco attraverso la stracittadina del Tortello che appunto torna dopo 42 anni. Non bisogna infatti dimenticare che le precedenti e recenti annate negativissime dei gialloblù, considerando che tre primavere fa l’equipe allora allenata dall’incolpevole Firicano precipitava dalla Lega Pro al Cnd, maledettamente cozzano col fantastico ciclo vincente ed entusiasmante vissuto, al contrario, dai cremini cari a Zucchi.

Cosa fare per evitare e arginare subito questo rischio? Tre cose: allestire una rosa 2017 – 2018 davvero competitiva, stravincere la doppia contesa coi cugini resuscitati da Chicco Zucchi e, in particolare, mettere insieme uno squadrone in grado di lottare sul serio e fino ad aprile per provare a salire in Lega Pro (fermo restando l’eventualità ripescaggio da analizzare attentamente qualora si verificasse) l’anno venturo.

Solo facendo così, ergo lavorando per tornare a vincere sulla strada intrapresa 365 giorni fa, ma con maggior piglio allora il Pergo ricaccerà il Crema al suo posto. Dulcis in fundo, pur molto tardivo, l’avvento alla presidenza del buon Max Marinelli alla causa ha giovato. Non bisogna però abbassare la guardia e sarebbe utilissimo rimettere in moto quei meccanismi per ricreare pathos ed entusiasmo intorno al leggendario Pergocrema. Già ma che fine ha fatto l’idea di rispolverare l’antico e fortunato nome sociale?

Stefano Mauri

 

(Visited 55 times, 6 visits today)