Anticipazioni sul programma di Zucchi, no moschea al primo posto e recupero delle zone dismesse (anche quelle della Charis)

Anticipazioni sul programma di Zucchi, no moschea al primo posto e recupero delle zone dismesse (anche quelle della Charis)

Si intitola La città di Crema il coraggio di fare il programma elettorale di Chicco Zucchi. Il programma è in fase di elaborazione in queste sere (sappiamo anche chi lo sta stendendo, ma non ve lo diremo… per ora) ma abbiamo avuto modo di vedere una bozza abbastanza progredita del programma. Diviso in 11 punti: sicurezza, sviluppo economico, giovani, anziani e sociale, migliore qualità della vita, bilancio ed investimenti, sviluppo e infrastrutture, cittadinanza partecipe, ambiente e animali, turismo e cultura, sport e valori, il programma mette in campo alcuni punti chiari.

Come visto il primo è la sicurezza, ed il primo punto è il no alla moschea. Tra le cose in campo la presenza dei vigili 24 ore su 24 in alcuni punti strategici della città. Proposta interessante ma che richiederebbe una copertura finanziaria notevole. Accento anche alla tolleranza zero all’accattonaggio e sì ai varchi elettronici.

Si chiede anche una squadra di ispettori per le case popolari. Proposta assai interessante, ma anche qua la domanda è: la copertura economica?

Il capitolo sviluppo economico parte dal rilancio di Reindustria e prende in considerazione anche un piano di recupero delle aree dismesse, che sono tante, nel programma si citano: Cascina Pierina, Ex tribunale, Ex Stalloni, Ex Everst, Ex Ferriera, Ex Grimeca, Ex Charis… certo bellissimo. Ma recuperarle come? Stessa cosa per il collegamento alla Gronda Nord e il superamento della ferrovia a Santa Maria.

Molte idee anche per i giovani. Mi fa sorridere il punto: individuazione di spazi specifici da destinare a luoghi di socializzazione e ricreazione, senza interferire con i residenti, specie nelle ore serali e notturne. Come dire giovani si ma non spaccate troppo le balle alla città.

Anziani e sociale si parla della riqualificazione della Misericordia, collaborazione con Risari in vista? Ricordiamo che l’immobile è della Fondazione Benefattori, servirà quindi una bella collaborazione.

Interessante e da approfondire nel capitolo qualità della vita il punto: migliorare su tutto il territorio l’accessibilità per i diversamente abili e per persone a ridotta mobilità.

Bilancio ed investimenti. Il primo punto recita: Risanamento del bilancio senza mettere le mani nelle tasche dei cittadini del Comune di Crema, anzi l’impegno è di ridurre l’ormai insostenibile carico fiscale che grava sui residenti e le imprese. L’ultimo cessione degli immobili comunali non utilizzati. Ci siamo come idea?

Sviluppo e infrastrutture parla di più parcheggi, ancora di connessione con l’area Nord e il Pip, fibra ottica e di viabilità ad Ombriano. Saranno contenti gli animalisti per il punto Creazione della figura del Garante per la Tutela degli Animali per coordinare le iniziative e le associazioni. La considerazioni sullo sport le faremo fare a Stefano.

Ovviamente il programma è in fase di completamento. Quindi ne riparleremo meglio dopo la presentazione ufficiale.

Emanuele Mandelli

(Visited 250 times, 6 visits today)