Aperto per un party privato, sarebbe bello se il Cavalli tornasse in auge

Aperto per un party privato, sarebbe bello se il Cavalli tornasse in auge

Nella serata di sabato scorso 11 aprile, eccezionalmente, per ospitare un party privato (nella fattispecie le festa di compleanno della moglie del creativo Ruben Tomella, imprenditore e patron del brand Gagà) l’Auditorium Cavalli (l’ex chiesa di santo Spirito e Santa Maddalena di proprietà ai Vimercati Sanseverino), posto stupendo da anni, dopo essere stato utilizzato negli anni Ottanta e Novanta dal comune, che lo aveva in comodato d’uso, come sala pubblica, praticamente abbandonato ha riaperto, per una notte, i battenti.

L’evento è scivolato via al meglio, con tanto di catering e Dj set, per la gioia dei presenti, vale a dire di quei fortunati cremaschi (e non solo) che si sono goduti la strepitosa cornice della kermesse. Ecco come si è chiesto, nei giorni scorsi, su queste pagine il buon Emanuele Mandelli (giornalista appassionato che si batte da anni per il recupero del “Cavalli”) sarebbe buona cosa se l’immobile di piazza Trento e Trieste tornasse a vivere ospitando eventi, appuntamenti culturali e quant’altro. Che ne pensate?

Per la cronaca, Sussurrandom (tempo fa Mandelli realizzò un video fantastico sula location in questione, riportato anche dalla pagina Wikipedia del Cavalli) si è battuto in prima linea per legare l’Auditorium Cavalli alla campagna di recupero nazionalpopolare intrapresa dal Fai. Si perché il posto, il vicino Mercato AustroUngarico e la piazza che ospita tali strutture meritano tanto di più… E chissà, magari se qualche imprenditore artista mecenate (Tomella, Riboli, Cabini, Ancorotti o altri ancora?) volesse scendere in campo per smuovere le acque …

Stefano Mauri

(Visited 51 times, 8 visits today)