Applausi per Franco Pilenga, Elena Ginelli e staff: loro sono La Maratonina

Applausi per Franco Pilenga, Elena Ginelli e staff: loro sono La Maratonina

Allora, in strada la “Maratonina Città di Crema 2016” se la sono aggiudicata Paul Tiongir (nella foto) per la categoria maschile e Alice Gaggi per quella femminile, ma La Maratonina, evento sportivo che è Il Vanto di Crema e del Cremasco, soprattutto è Bike & Run, soprattutto sono Franco Pilenga (sarebbe un grande assessore allo sport), Elena Ginelli (Lady Maratonina) e tutte quelle persone, straordinari volontari (da Roberta Ginelli ad Angela Venturelli, passando per Ramon Orini e tutti gli altri) che, gratuitamente si fanno un culo tanto per regalare, alla città, uno straordinario, unico evento sportivo. Ergo ha fatto bene il sindaco Stefania Bonaldi, a proposito: complimenti per il tempo ottenuto in gara, il fisico e il fiato, a… manifestare pubblicamente, dopo le piccole (subito rientrate) incomprensioni della scorsa edizione, la sua gratitudine allo staff ideatore della Mezza. Mentre quei cremaschi che, attraverso biglietti, anche offensivi posti sui parabrezza dei corridori, si sono lamentati per … qualche fisiologico disturbo, causa parcheggi eccessivamente opprimenti, beh si lamentino pure, ma se poi il Granducato del Tortello si trasforma in un dormitorio, semplicemente si facciano anche un piccolo esamino di coscienza.

Ciò detto spazio ora ad una breve chiacchierata con Pilenga.

E’ stata questa, vale a dire quella del decennale, la vostra Maratonina più bella?

Sono tutte belle, questa forse l’ho sentita di più, ma solo perché appunto è appena finita ed ha richiamato atleti di un certo spessore mondiale. Tutto qui.

Le belle parole del sindaco Bonaldi, in parte ripagano l’amarezza che hai provato e comunicato due mesi fa, quando venisti tirato in ballo per l’eventuale mancata vendita dei ticket della Partita del Cuore?

Le cose sono e restano ben diverse e la Bonaldi, che ringraziamo per esserci stata vicina, ecco non poteva dire nient’altro di diverso, l’avrebbero smentita i fatti e in tanti.

Vuoi dire qualcosa di particolare?

Non posso farlo elencando, ma se lo meriterebbero comunque, tutti i nomi di quanti, volontari appassionati, ci aiutano, sopportano e supportano, ergo riservo ed accumuno per loro un sublime grazie. Particolare non indifferente: alle 13.30, piazza Garibaldi era già libera e restituita alla città.

Sì questa è da sottolineare: Franco Pilenga e i suoi collaboratori, terminate le premiazioni di rito, anziché andare a festeggiare si fermano, barcollando ma non mollando, a liberare, continuando a farsi il mazzo, le strade impegnate sino a qualche minuto prima dal loro evento. Chapeau e arrivederci alla Maratonina numero 11 in cartello la terza domenica del novembre 2017.

Ah… dulcis in fundo, una perla del pirla che scrive, che poi sarei io, stavolta me la concedo, scusandomi per il disturbo: Pilenga non è perfetto, come tutti ha pregi e difetti, ma ci mette costantemente la faccia in quello che fa e, ecco, propone pubblicamente, quasi quotidianamente … tantissime, svariate proposte di spessore senza mandare avanti il filtro di vari uffici stampa (o pseudo tali) cui bisogna accreditarsi (di volta in volta), anche se certi accrediti meriterebbero approfondimenti (vero Giulio King Giordano?).

Dunque il cosiddetto modello “Maratonina Città di Crema” andrebbe studiato, analizzato e in parte copiato da altri organizzatori di appuntamenti e da altre società sportiva. Ogni riferimento a qualche grande kermesse o presunta tale cittadina è del tutto casuale. O forse no? Mah.

Stefano Mauri 

(Visited 88 times, 9 visits today)