Artisti in mostra per i 20 anni del Nodo dei Desideri

Artisti in mostra per i 20 anni del Nodo dei Desideri

Luce e splendore, sabato 10 maggio, al Nodo dei Desideri, via Borgo San Pietro 43, per l’inaugurazione della Mostra di Arti Visive, dove venti artisti hanno esposto le loro creazioni originali e di grande interesse. L’evento ha richiamato un pubblico numerosissimo, dimostrando, ancora una volta, che il Nodo costituisce un luogo fondamentale di aggregazione e di crescita per la collettività, come ha sottolineato l’Assessore alla Cultura Paola Vailati nel suo discorso introduttivo alla giornata.

Per il suo ventesimo anniversario della fondazione, il Nodo ha visto riuniti  tanti artisti, alcuni dei quali importantissimi nel panorama internazionale dell’arte, come ad esempio Alec von Bargen, presente con  VERITAS FEMINAE,che fa parte di una serie di dodici ritratti fotografici/multimediali di donne emarginate.

Ma ecco i loro nomi con i titoli delle opere: Luca Bray, IL MIO; Carol Burger, MEANING OF LIFE; Antonio Catalano, LE VALIGIE DEL MAGO POVERO; Marcello Chiarenza, L’ULTIMA CENA; Pietro Coletta, TENSIONE e OCCHIO MISTICO; Italo Lanfredini, OLTRE LA SIEPE; Marialisa Leone,SUGGERIMENTI e SUNSET BOULEVARD; Anna Mainardi,TUAREG; Margherita Martinelli, RACING THOUGHTS; Tonino Negri, SUL FILO DEL RACCONTO; Angelo Noce, ONIRICO X UN TIPOGRAFO; Francesco Panceri, SOLIDO AZZURRO SILENZIO; Vittoria Parrinello, PERIMETRO DELL’ARIA e CHILOMETRI DI FUGA; Mario Piacentini, SPAZIO 1, SPAZIO 2, CHIU’, TRASPARENZE; Valerio Righini, VIGNA BRONZEA; Maruska Ronchi, LA PANCHINA; Olga Varalli, IO MI VOGLIO BENE e LA VOCE DELLE STELLE; Alec von Bargen, già citato.

Un’atmosfera straripante di suggestioni e tanta cordialità hanno contraddistinto questo gradevole appuntamento, che ha offerto il piacere di stare con gli artisti a commentare le opere in  mostra. Un rinfresco, tante foto, gli amici ritrovati e il tempo finalmente clemente hanno reso
viva la riunione, occasione di confronto e arricchimento per tutti , ma anche un regalo a uno dei palazzi signorili , come ce ne sono tanti in città, relegati al semplice ruolo di normale di abitazione.

Eva Mai

(Visited 35 times, 15 visits today)