Assemblea pubblica della Sinistra unitaria cremasca per paralre del futuro territoriale

Assemblea pubblica della Sinistra unitaria cremasca per paralre del futuro territoriale

Come Sinistra Unitaria Cremasca, nata come esperienza di collaborazione su temi concreti delle forze politiche di “Sinistra Italiana” e del “Partito della Rifondazione Comunista”, abbiamo sviluppato in uno dei tavoli tematici aperti, un documento di proposte per una mobilità migliore per il nostro territorio.

Ne parleremo nella assemblea pubblica venerdì 20 Settembre alle 20.30 a Crema in sala dei ricevimenti.

Centrali sono le proposte per l’imminente (2020) bando del trasporto pubblico su gomma che emetterà l’agenzia TPL Cremona-Mantova e che determinerà le modalità e caratteristiche del servizio extraurbano almeno per i prossimi 7 anni in queste provincie.

Punti qualificanti delle nostre proposte sono quella di un gestore unico per tutta l’area, in modo da avere modalità organizzative omogenee a vantaggio della qualità, razionalità ed economicità del servizio, evitando di spacchettarlo su diversi operatori come in passato.

Nel documento si chiedono agli enti preposti adeguati investimenti per implementare il servizio pubblico collettivo.

Chiediamo il miglioramento ed estensione del servizio a chiamata, oggi non previsto per diversi comuni prossimi a Crema, come ad esempio Capergnanica.

Chiediamo massima attenzione ad evitare l’annoso problema dei bus sovraffollati attuando puntuali verifiche e correttivi se necessari.

Nel bando riteniamo indispensabile la presenza di una clausola sociale che tuteli e garantisca tutti i lavoratori legati alle linee interessate.

Chiediamo un sistema tariffario equo e facilmente accessibile.

Sarebbe importante creare una “Cabina di Regia” come già sperimentato a Mantova, in cui già da bando vengono previsti stanziamenti per incontri con vari soggetti come, comitati di pendolari, parti sociali, ditta di trasporti ed enti amministrativi, per monitorare strada facendo tutto il servizio e apportarvi quelle migliorie e adeguamenti che si rendessero necessari.

La triste vicenda dei cambiamenti alle tratte per Milano con percorso per Rogoredo che tanto hanno fatto arrabbiare gli utenti dimostrano che non possiamo più affidarci solo alla buona volontà della ditta di trasporti con esigenze spesso differenti da quelle di utenti e amministrazioni, ma serve una regia collettiva per meglio calibrare adeguamenti e modifiche, basti pensare che sarebbe bastato il buon senso di sperimentare i cambiamenti su un solo orario senza andare a incidere su tutte le corse.

Già in passato abbiamo visto come le lamentele anche forti dei cittadini per corse sovraffollate, mancate coincidenze, soppressione o mutamenti di fermate, corse, orari e percorsi, siano stati affrontati con modalità poco organizzate, affidandosi alla buona volontà della ditta dei trasporti o alla capacità di mobilitazione dei cittadini.

Questo non va bene, la politica deve provare a gestire i fenomeni in modo organizzato e non farsi trascinare dagli eventi o dal clamore suscitato.

Nel documento affrontiamo anche altre tematiche schierandoci contro la realizzazione di nuove inutili autostrade come la Cremona Mantova e invece per il rafforzamento del trasporto su ferro con la realizzazione del progetto di treno diretto cadenzato per Milano, del prolungamento della metropolitana M3 a Paullo, lo sviluppo della intermodalità e di interventi che promuovano il trasporto collettivo rispetto a quello privato.

Il nostro documento di proposte è stato sostenuto da importanti soggetti come il WWF Cremona , USB Cremona, CUB Crema, Comitato pendolari Paullo e dagli amministratori Emanuele Coti Zelati (Consigliere a Crema), Ilaria Dioli (Sindaco a Casaletto Vaprio), Antonio Grassi (Sindaco a Casale Cremasco), Roberto Barbaglio (Sindaco a Pianengo), Melissa Moroni (Consigliere a Vaiano Cremasco), e inviato in Regione, agenzia TPL Cremona Mantova, alla Provincia di Cremona e Mantova.

Abbiamo provato quindi in largo anticipo a fare quello che dovrebbe sempre più spesso fare la politica, concentrarsi sui bisogni concreti delle persone e provare a delinearne un progetto che sappia mettere al centro un reale miglioramento delle condizioni di vita.

Ringrazio anticipatamente per una eventuale pubblicazione del comunicato e per qualsiasi chiarimenti metto a disposizione il mio recapito.

Serena Andrea 349.2965543

(Visited 28 times, 28 visits today)