Digestivo finale con le batutacce sul Natale

Digestivo finale con le batutacce sul Natale

Come digestivo a questa abbuffata alcune battue ciniche sul natale selezionate da Marco Bonadeni ed Emanuele Mandelli

  • Stasera la tavola e’ imbandita con ogni ben di Dio. Frutta, cacciagione, vino. Ma non mi piace mangiare cosi’. Da solo. Vorrei la presenza di qualcuno… renderebbe tutto piu’ buono. L’ideale sarebbe un’orfanella che guarda da dietro i vetri, mentre cade la neve… (Romano Bertola)
  • Ho smesso di credere a Babbo Natale quando avevo sei anni. Mamma mi porto’ a vederlo ai grandi magazzini e lui mi chiese l’autografo. (Shirley Temple)
  • Il riciclatore di Natale. Uno che regala alla fidanzata di nome Adele un libro con la dedica “Al mio bel porcone, la sua Cinzia”. (Stefano Benni)
  • Babbo Natale ce l’ha con me. Da piccolo invece dei regali mi lasciava un biglietto con su scritto: “Non esisto”. (Daniele Luttazzi)
    Il piccolo Gesù si alzò dalla mangiatoia e, vedendo tutte quelle pecore, disse: “Tanto non dormo”. (Flavio Oreglio)
    Quelli che la notte di Natale scappano con l’amante dopo aver rubato il panettone ai bambini, oh yes! (Enzo Jannacci)
(Visited 57 times, 4 visits today)