Bene il recupero del Velodrono, adesso servirebbe però un nuovo stadio

Bene il recupero del Velodrono, adesso servirebbe però un nuovo stadio

Sempre più vuoto e malinconico nonostante le recentissime buone prestazioni del Pergo e del Crema e nonostante certe cifre (nel senso di numero di paganti) che girano in certi salotti cittadini, lo stadio Giuseppe Voltini di Crema, per dirsi moderno e per rispondere a certi parametri (tipo determinate tipologie di riprese televisive, ndr), indubbiamente avrebbe bisogno di lavori ordinari e straordinari di manutenzione.

E qui sorge il dubbio si perché forse, cedendo magari in cambio l’area (edificabile) di viale De Gasperi ove ora sorge il glorioso tempio sportivo pagano, ecco, piuttosto (visto che i soldi pubblici sono sempre meno) che ammodernarlo (il Voltini) sarebbe (forse) meglio far costruire (attivando un project financing?) un nuovo, moderno e funzionale impianto in un’altra zona cittadina. Chissà, con la complicità dell’imminente avvio delle manifestazioni (speriamo arrivi aria fresca e non il solito copione rivisitato alla cremasca) “Crema Città Europea per lo Sport 2016” potrebbero arrivare nuovi fondi da … riservare (proprio) alla costruzione di uno stadio funzionale e altre strutture analoghe.

E per fare in modo che tutto ciò accada, beh bisogna coinvolgere le due maggiori società calcistiche cittadine, vale a dire Pergolettese e Ac Crema 1908. Il recupero del Velodromo è una gran bella notizia (complimenti alla giunta Bonaldi), ma bisogna continuare a pedalare in tal senso.

Stefano Mauri

(Visited 26 times, 7 visits today)