Beppe Severgnini preferisce il fish and chips ai tortelli cremaschi

Beppe Severgnini preferisce il fish and chips ai tortelli cremaschi

Anche una recensione gastronomica può essere un attacco politico. tanto di cappello a Camillo Langone che, dalle colonne de Il Giornale, racconta la storia della trattoria Da Bassano a Madignano e sfrutta la cosa per massacrare il giornalista cremasco per eccellenza Beppe Severgnini che, a suo dire, al posto dei tortelli preferisce mangiare il fritto di Liverpool, daltronde uno che va dalla Parodi a cucinare le farfalle agli amaretti.

L’articolo è davvero divertente.

Ero incerto su Beppe Severgnini. Eppure ne avevo letti tanti di articoli dell’inviato più anglofilo del Corriere della Sera. Tanti articoli e perfino qualche libro. Ma nel mio foro interiore ancora non riuscivo a emettere un giudizio definitivo sul personaggio: collezionista di ovvietà, per quanto ben confezionate, oppure osservatore attento, e quindi prezioso, della realtà? Per risolvere il dilemma ho chiesto aiuto a un suo conterraneo, quasi concittadino, grosso modo coetaneo: Bassano Vailati, cuoco e anima della trattoria Da Bassano di Madignano, provincia di Cremona (ma diocesi di Crema).

Clicca QUI per leggere il resto

(Visited 75 times, 11 visits today)