Campagna elettorale soporifera a Crema, delle Europee frega poco

Campagna elettorale soporifera a Crema, delle Europee frega poco

Non avevamo mai visto una campagna elettorale così quieta. Conferma la nostra impressione: delle europee non frega nulla a nessuno. Provate a fare una vasca in città l’ultima domenica di campagna elettorale di qualsiasi altra tornata elettorale: candidati che vi assalgono, volantini a iosa nelle vostre tasche, promesse, confezioni di tortelli, santini e santoni.

Qui non si vede quasi nessuno. Intanto mancano i due candidati cremaschi alle europee. Non si vede il buon Gianemilio Ardigò, verde spinto, che ha promesso di andare a Strasburgo in bicicletta in caso di elezione. Glielo auguriamo, ma la vediamo dura. Non si vede neppure Max Salini. L’attuale presidente della provincia di Cremona si prepara una via di fuga all’europarlamento in vista del promesso smantellamento delle province. Sui manifesti elettorali appare in una strana posizione. Molto prestidigitazione. Sicuramente una foto più naturale delle solite da santino elettorale. Staremo a vedere dove finirà col Nuovo Centro Destra.

In piazza invece in questa domenica abbiamo visto i pentastellati al mattino. la coppia dopo la tappa del #vinciamoNoi tour a Crema banchetto di rintuzzo per Alessandro Boldi e Christian Di Feo. Ci danno il volantino con le facce dei candidati della circoscrizione nord-ovest. tanti giovani, qualche faccia un po’ stranita, qualche bella ragazza. Premio occhi spiritati a Marco Zanni.

Nel pomeriggio nella migliore tradizione della sinistra quelli della Lista Tsipras si danno appuntamento in piazza Duomo per leggere il Manifesto di Ventotene, che cosa è? Toccato andare a vedere su Wikipedia. Una roba scritta nel 1994 per l’unità europea da Altiero Spinelli. Insomma le solite cose da salotti intellettuali che servono giusto a perdere qualche volto.

Poco più in la dal gazebo della Lega Nord osservano allibiti. Proseguono la campagna di raccolta firme per reintrodurre il reato di clandestinità. Parlare alla pancia della gente sono capaci. Sono anche impegnati a smetire la notizia che a Casale Cremasco la Lega sostenga il compagno Antonio Grassi, come noi per primi abbiamo raccontato. Il candidato alle europee è gia passato per Crema, e noi abbiamo raccontato come è andata...

Più distante il gazebo di Foza Italia con i manifesti di Francesco Toti, in via Mazzini messo di traverso quello di Alleanza nazionale – Fratelli d’Italia. In giro abbiamo visto anche i manifesti di quella simpaticona di Lara Comi. Che noia questa campagna elettorale. Neppure un prete per chiacchierare. Per fortuna il buon Beppe Bettenzoli qualche perla ce la regala. Per questo guardatevi il video.

Bruno Mattei

(Visited 33 times, 7 visits today)