Caritas, riapre da stasera il rifugio di San Martino

Caritas, riapre da stasera il rifugio di San Martino

Lunedì 28 ottobre Caritas Crema riapre il Rifugio San Martino, il “dormitorio” che dall’autunno-inverno 2013 la diocesi di Crema mette a disposizione d persone che, per varie vicissitudini, si trovano senza una fissa dimora e a vivere in condizioni di povertà e profondo disagio.

Il Rifugio si trova in via Civerchi, nel palazzo ex Artigianelli. Nell’appartamento al primo piano, fronte via, sono stati installati 18 posti letto, che consentono oltre che di dormire al caldo, di farsi anche una doccia, trovare bevande calde e condividere la prima colazione; ma, soprattutto, di essere accolti con calore umano dai volontari, che si prendono cura della struttura.

“Da sette anni a questa parte – fa osservare Massimo Montanari, referente di questo servizio Caritas – il Rifugio San Martino dà una risposta a situazioni di povertà estrema in cui versano sia stranieri che vivono nel nostro territorio, sia cittadini cremaschi, che si trovano senza un lavoro e una casa, né più la capacità di uscire da questa difficile condizione.”

Per accedere al Rifugio è necessario un colloquio presso il Centro di ascolto diocesano alla Casa della Carità in viale Europa 2, o alla Casa d’Accoglienza Giovanni Paolo II in via Toffetti 2, oppure direttamente in via Civerchi, all’apertura del “dormitorio” dalle ore 20 alle 22.

“Oltre a offrire la possibilità di dormire in un letto, al riparo dai rigori dell’inverno – aggiunge – l’accoglienza aiuta queste persone a sentirsi meno sole, stabilendo relazioni umane attraverso il dialogo e la condivisione di un tè caldo. E viene inoltre data la possibilità, a chi lo desidera, di cercare un’opportunità di uscita dalla situazione di bisogno, venendo ‘preso in carico’ e accompagnato in un percorso più strutturale all’interno dei progetti di accoglienza e di reinserimento sociale della Casa della Carità.”

(Visited 7 times, 7 visits today)