Chapeau ai “Manifesti di Crema”, la rassegna culturale che accende i chiostri del Centro Sant’Agostino di Crema

Chapeau ai “Manifesti di Crema”, la rassegna culturale che accende i chiostri del Centro Sant’Agostino di Crema

Tanta attualità, un evento dedicato ai 90 anni dei gialli Mondadori (il motivo per cui ancora oggi definiamo “gialli” i romanzi noir e polizieschi), l’anniversario leonardesco, e poi ancora musica, e testimonianze forti sul nostro presente, riguardo alle nuove generazioni, al terrorismo, al nostro rapporto con le persone che vengono da luoghi lontani.
Tutto questo è “I Manifesti di Crema”, un programma anche quest’anno bellissimo, aperto a tutti, e che caratterizzerà l’estate della città, la voglia di viverla di sera in appuntamenti culturali, nella cornice splendida dei chiostri del convento di Sant’Agostino, oggi sede del Museo.
Gli appuntamenti di giugno: giovedì 13, il filosofo Umberto Galimberti presenterà il suo libro “La parola ai giovani”; il giorno successivo Andrea Moro, linguista e scrittore, parlerà dei “colori del Giallo”, mentre sabato 15 giugno la giornalista e scrittrice Lucilla Granata presenterà “Chicco Evani Non chiamatemi Bubu”

Stefano Mauri

(Visited 35 times, 4 visits today)