“DICI PERA…e SBUCA AGATA CHRISTIE” 🙂 se capiti a ISTANBUL e magari opti x visitare la megalopoli senza guida turistica in mano ( esperienza che si dovrebbe sperimentare almeno una volta nella vita), ti può capitare di trovarti in uno dei 7 punti chiave della città, carichi del MAGICO MAGNETISMO 1864… e allora, tutto o quasi, diventa possibile…anche di trovarti a tu x tu con la conturbante  Sherazade, l’enigmatico principe Leandro o il mitico cavallo alato Pegasus… Non hai che da scegliere !  Di solito questi “siti” si caratterizzano x forti folate di vento…VICOLI DEL VENTO, li chiamano qui. Una volta identificata la stradina da percorrere, si deve andare fino in fondo senza esitazioni, alla ricerca del GUARDIANO DEL MAGNETISMO OCCULTO che la presidia e di solito sta seduto per terra, nell’angolo più buio. È quasi sempre un vecchio saggio ossuto con indosso un lungo caftano nero e in testa un minuto turbante bianco. Porta la barba incolta ed è ancora  capace  di sorridere e di parlare con gli occhi. A noi, coi suoi occhi grigio-ghiaccio, ha suggerito di alzare la ciotola dell’acqua che teneva x terra e di pronunciare una parola a caso. Ci è venuto in mente PERA…e…e… ci siamo trovati nella camera di Agata Christie,  all’ hotel Pera, ovviamente. La 356. Lei era lì, in un angolino, curva sulla scrivania a scrivere in prima stesura l’ ORIENT-EXPRESS…che aroma di buon caffè turco in quella stanza! Tutto era rimasto intatto come un secolo prima. I fogli sparsi sul letto, le scenografie dentro i vagoni del treno del mistero, gli aspiranti omicidi pronti a sgomitare pur di raggiungere la prima fila e sfilare sotto i riflettori del proscenio… Siamo stati fortunati, siamo capitati da lei durante una delle sue proverbiali pause di ripensamento. Sorrideva Agata,  era palesemente in forma e ci ha  invitati a prendere un buon “çay” bollente con una fetta di torta. Non avrebbe potuto che essere una torta alla “pera&cioccolato”, tirammo a indovinare. E ci azzeccammo, confermò lei con un cenno del capo quasi a leggerci nel pensiero . Sull’onda dell’entusiasmo per il tipo di torta indovinata, cademmo nel suo trabocchetto preferito, quello teso a indovinare in anticipo l’assassino protagonista del romanzo, ma ci andò male. Niente da fare, la sua arzigogolata trama portava da ben altra parte, ci chiarì sorridendo… Infatti come d’uso nel suo stile, le sterzate improvvise e gli smarcamenti erano d’obbligo. Così, non appena il cameriere apparve sulla porta della stanza, ordinò d’impeto: torta di mele & caffè turco per due ! ” SCANTONAMENTI REPENTINI E IMPREVEDIBILI come nei suoi romanzi” pensammo sorridendo e accantonando definitivamente l’idea di tornare a protestare col GUARDIANO DEL MAGNETISMO OCCULTO, nel nostro vicolo preferito. In fondo tutti quei giri di boa erano a loro modo prevedibili e accettabili in un personaggio come Agata  che degli “scarti-imprevedibili” aveva fatto una ragione di vita… Non rimaneva che attendere il deposito della polvere di caffè sul fondo della tazzina e cercare di sbirciare dentro i fogli sparsi sul letto, nell’ingenuo tentativo di trovare alcune tracce che portassero alla soluzione anticipata del romanzo.  Intanto alla non lontana stazione dei treni di SIRKICI, appena oltre il ponte GALATA in direzione TOPKAPI, i garzoni stavano  caricando di carbone la locomotiva pronta alla partenza per l’Europa. ISTANBUL,  VENEZIA, PARIGI…in quale punto del tragitto la mano assassina avrebbe colpito senza nessuna esitazione? 4 DERVISCI, nell’ampio salone della biglietteria avevano iniziato il loro GIRO DI PREGHIERA… roteavano STATUARI dentro le loro lunghe vesti bianche….  SENZA SOSTA IN DIREZIONE TRANCE… inseguivano solo il vortice della grande ruota di seta bianca che  gonfiata a dismisura dal vento, scattava verso il nirvana sulla TERRA… appena di fianco ai non tenui bagliori dell’ASSOLUTO…    🙂 ( dedicato all’amico Angelo L. colonna portante del quartetto investigativo cremasco in trasferta turca 2019… / testi e foto dal cell di Arrigo Barbaglio in ISTANBUL 5/8/2019) 🙂

Così postò nei giorni scorsi, sulla sua pagina Facebook, da Istanbul, Arrigo Barbaglio, FotoScrittore viaggiatore …

(Visited 16 times, 16 visits today)
Share