Che festa, con La Tognazza, a Cremona per Gianmarco Tognazzi. E che Gran Bollito

Che festa, con La Tognazza, a Cremona per Gianmarco Tognazzi. E che Gran Bollito

Straordinaria serata, quella di giovedì scorso 5 dicembre, in quel de La Tognazza (con Marianna Zeni, accogliente “padrona di casa” in gran forma, in… quella che è stata la dimora, nel Granducato del Marubino, del leggendario Ugo Tognazzi) a Cremona. Presente, per promuovere i suoi vini, Gianmarco Tognazzi, presidente dell’omonimo gruppo vitivinicolo, accompagnato dall’agente di zona Massimo Mascherpa (con lui nella fotografia) e dall’amico – socio Alessandro Capria. E col disponibilissimo, alla mano, acuto Gianmarco, regista e attore impegnatissimo, volentieri abbiamo fatto quattro chiacchiere …

Quindi ogni tanto torni nel capoluogo cremonese dove nacque tuo padre …

Sì e mi trovo bene da queste parti. Con la città e l’amministrazione comunale poi, periodicamente, all’inizio dell’autunno si è instaurato un percorso, un disegno per ricordare appunto papà. E la cosa non può che farmi piacere.

Ugo Tognazzi tra l’altro fu tra i primi in Italia, tanti anni fa a parlare di enogastronomia.

Esattamente. Il cucinare, il ritrovarsi a tavola, la buona cucina per lui erano la forma più alta di convivialità. E tanti film, beh nacquero proprio mangiando. Ecco nei vini prodotti tra Lazio e Toscana dalla nostra cantina La Tognazza ci mettiamo serietà, passione, competenza e … sì leggerezza nel vivere poi le bottiglie che vengono acquistate più che da clienti, diciamo da amici appassionati. E papà sarebbe contento di tutto questo e di sapere che il suo vino, a Cremona è protagonista.

Al cinema sta andando bene il tuo ultimo film Sono solo fantasmi …

E ho appena finito di girare, con Alessandro Gassman, Marco Giallini ed Edoardo Leo il seguito di Non ci resta che il crimine. Sto inoltre lavorando alla nuova produzione di Umberto Carteni.

Fiction all’orizzonte?

Vediamo se arriveranno proposte interessanti. E il discorso vale anche per il teatro. Intanto faccio il mio lavoro, cioè produco vino.

E’ un tasto dolente parlare del tuo Milan che stenta a tornare protagonista?

E perché? Noi rossoneri siamo abituati bene, ora è un periodo interlocutorio, ma passerà e torneremo a vincere.

Terminata la seratona alla Tognazza, Gianmarco e Alessandro, invitati, precettati da Massimo Mascherpa si sono poi trasferiti a Vescovado, per cenare a base di bollito misto cremonese alla Resca. E …  il simpaticissimo Tognazzi Junior ha gradito assai: <Bollito favoloso, ho goduto e ho ritrovato antichi sapori provati da ragazzino. Mi padre il bollito lo cucinava spesso>.

stefano mauri

 

 

(Visited 27 times, 27 visits today)