Chiamata Urgente, il ritorno è ufficiale e fissato per il 6 dicembre. I dettagli della serata

Chiamata Urgente, il ritorno è ufficiale e fissato per il 6 dicembre. I dettagli della serata

La notizia giustamente è passata da Sussurrandom alla stampa seria locale. Oramai è definitivo e ufficiale. I Chiamata Urgente tornano sul palco il prossimo 6 dicembre, un venerdì sera, per festeggiare i 30 anni di storia. Un concerto che è già attesissimo e che vedrà tornare assieme dopo quasi 20 anni la formazione originale e mai mutata della band: Paolo Alpiani alla voce e alla chitarra; Carlo Schira alle tastiere; Marco Bertolotti alla chitarra; Marco Giovanetti al basso; Andrea Marchesetti al sax; Enrico Zaninelli alla batteria.

Siamo fieri della cosa visto che Sussurrandom è stato un po’ l’artefice, o diciamo la scintilla, per questa storica reunion. Tutto iniziò con la pubblicazione di un semplice video preso da You Tube.

Il gruppo da qualche settimana è impegnato su due fronti, riprendere confidenza con il vecchio repertorio e far sapere a vecchi e nuovi fan che il gruppo è tornato. I sei infatti stanno provando con costanza presso la sala prove Garage di Izano ed è stata creata una fan pace su Facebook che ha già centinaia di fan (https://www.facebook.com/chiamata.urgente‎) dove vengono postate tutte le notizie relative alla band, il cui ritorno è finito anche su siti come YouReperter e quello delle notizie dal mondo della Cnn. Inoltre su You Tube si trovano diversi video artigianali che ripropongono le vecchie canzoni.

La serata del 6 sarà una serata tutta impostata agli anni ’80. Oltre al concerto dei redivivi Chiamata Urgente sul palco saliranno gli Overdreams e i White Noise. Il primo gruppo, capitanato da Andrea Spinelli, ha salde radici negli anni ’80 e proporrà cover del periodo. Il secondo gruppo è invece diretta discendenza dei Chiamata Urgente e vede alla voce Anna Bianchi. A completare il tutto un dj set a tema di Antonio Comandulli. Ingresso libero.

I Chiamata Urgente nascono alle fine del 1983 dalle ceneri del gruppo beat The Shake. Sono tra i pochi gruppi cremaschi del periodo ad avere lasciato una testimonianza incisa, lo storico 45 giri edito dalla Toast record di Torino 1973/Frammenti di realtà. Nel corso della loro carriera hanno tenuto centinaia di concerti tra cui alcuni storici. Ricordiamo il festival Porta Mosa di Cremona, quelli al Marterock di Crema, quello con un’altra band locale, i Deissi, all’Arco della Pace di Milano e quelli nello storio Bloom di Mezzago, locale centrale per la storia della musica lombarda di quegli anni.

(Visited 26 times, 4 visits today)