Chiuse le liste, ecco chi sono i grandi assenti rispetto alle elezioni del 2012

Chiuse le liste, ecco chi sono i grandi assenti rispetto alle elezioni del 2012

I nomi oramai li sappiamo quasi tutti. Saranno 420 i candidati per 24 posti da consigliere comunale: 19 liste al via. Dieci nella coalizione zucchiana, sei in quella bonaldiana e tre una a testa per gli altri tre sindaci. Ieri a mezzanotte scadevano i termini per la raccolta firme. Oggi e domani ci sarà la processione in comune dei 19 rappresentanti che andranno a depositare le liste, i simboli e le minimo 175 firme che servono per essere ammessi alla corsa dell’11 giugno. Ce l’avranno fatta tutti a raccogliere le firme? In settimana sono corse voci su 4 liste che erano in difficoltà Di almeno una abbiamo avuto notizia che: missione compiuta.

Nei prossimi giorni ci saranno le presentazioni delle ultime liste. Sabato alle 12 ci pensa la Lega Nord a presentare la sua. I nomi si sanno gia: Agazzi Andrea Filippo, Ferrante Fulvio, Bombelli Enrico, Longhino Walter, Bellani Luigi, Aiolfi Massimiliano, Mossoni Debora Adelaide, Fierro Mara, Corbani Luciana, Crotti Paola, Tosoni Felice, Vailati Daniela, Delfini Giorgio, Bernasconi         Monica, Muntean Teodora Iulia, Filipponi Tiziano, Porchera Roberto, Tomarchio Sebastiano, Mariconti Anselmo, Crotti Micaela, Pasetti Marco, Seturri Devis, Frosi Roberto, Piantelli Luca.

In lista manca l’unico consigliere comunale uscente della Lega e pezzo da 90 del partito: Alberto Torazzi. “Scelta professionale e personale”, ha dichiarato Andrea Agazzi a Luca Bettini ieri su La Provincia. Mancano anche altri nomi noti del partito che negli anni hanno giocato ruoli più o meno importanti.

Non è la Lega l’unico partito che vede un ricambio di nomi noti. Abbiamo detto che nella lista di Forza Italia non ci sarà Renato Ancorotti, anche lui consigliere comunale uscente, ex assessore della giunta Bruttomesso, uno di cui si era parlato addirittura come candidato sindaco. Motivi professionali anche i suoi, crediamo.

Nella lista del Pd sono spariti vari nomi storici, lo ha sottolineato Matteo Piloni in fase di presentazione. Fuori Vincenzo Cappelli, Emilio Guerini e Felice Lopopolo. Tutti e tre consiglieri comunali uscenti. Cappelli è stato anche presidente del consiglio comunale e in passato assessore e vice sindaco.

Tre su cinque dei consiglieri comunali di Rifondazione Comunista nella scorsa legislatura non sono nelle fila di Cambiare si può. Non c’è Mario Lottaroli, che era stato candidato sindaco alla primarie del centro sinistra nel 2012, fuori Renato Stanghellini dissidente dichiarato, fuori Camillo Sartori. Non è in lista neppure l’assessore Paola Vailati, esce da 5 anni di amministrazione, subentrata alla cultura alla meteora Alex Corlazzoli, l’abbiamo più volte criticata, ma alla fine finisce la sua esperienza politica più che dignitosamente (visto anche le tante difficoltà con cui si è trovata a scontrarsi). Le abbiamo promesso un caffè per spiegarle perché alle volte gli abbiamo dato contro.

Emanuele Mandelli

(Visited 372 times, 17 visits today)