Ci sono i soldi, per finanziare la costruzione di un nuovo ospedale a Cremona? Beh si valuti allora l’opportunità, ma senza dimenticare il resto del territorio

Ci sono i soldi, per finanziare la costruzione di un nuovo ospedale a Cremona? Beh si valuti allora l’opportunità, ma senza dimenticare il resto del territorio

Servono tanti soldi, più o meno circa 250milioni di Euro per finanziare la costruzione di un nuovo ospedale, moderno, con quasi 600 posti, quindi inquadrabile come “Dipartimento di emergenza e accettazione” a Cremona. Davvero tali soldi ci sono? Secondo il direttore generale dell’attuale Asst cremonese Giuseppe Rossi sì (scenario, questo, che tutto cambia)… sostanzialmente, tutto finanziato da Regione Lombardia con fondi propri, quindi come suggerito, nei giorni scorsi dall’onorevole Luciano Pizzetti in un’intervista rilasciata al quotidiano La Provincia, il … ehm trovare quattrini non rappresenterebbe, nella fattispecie, un problema. E in tal senso non si realizzerebbe l’ipotesi, lanciata dall’Europarlamentare Massimiliano Salini, di procedere attraverso i piani anti – Covid dell’Unione Europea, ai fondi del Mes. Che fare allora a questo punto? Beh le parti in causa, ascoltando il parere dei medici, dell’intero territorio provinciale e quello dei vertici regionali lombardi, valutando minuziosamente ogni millimetro del progetto in questione, farebbero meglio a sedersi intorno a un tavolo e parlare, discutere, confrontarsi, cercare la quadra alla questione. Guai però a ignorare quelle criticità, emerse negli ospedali di Crema, Cremona e Casalmaggiore recentissimamente, durante la terribile, letale e maledetta emergenza causa Covid-19. Detto ciò… c’è fieno in cascina per finanziare un funzionale, avveniristico, futuristico complesso ospedaliero, senza sprecare denari, tempo e risorse, nel capoluogo cremonese? Perché non abbozzare a percorrere questa strada allora, ma nessuno si dimentichi del resto del territorio, no?

stefano mauri

(Visited 54 times, 54 visits today)