Cosa fanno gli italiani su internet? Ecco svelate le loro preferenze

Cosa fanno gli italiani su internet? Ecco svelate le loro preferenze

Italiani popolo di santi, poeti e navigatori. Ma questa volta non parliamo di mari da solcare, piuttosto del comportamento di navigazione sul web da parte degli utenti. Le statistiche sono quelle del report “Digital 2019” elaborato dell’agenzia We Are Social, che annualmente monitora le attività degli italiani su internet e in particolar modo le azioni compiute sui social media.

Il primo dato interessante che si evince dal report riguarda le percentuali di utenti connessi: si tratta del 92% degli italiani, di cui il 97% accede mediante smartphone, il 43% da desktop, il 27,2% da laptop o netbook e il 25,7% da un tablet. In pratica la tecnologia degli smartphone, come conferma del resto anche il rapporto Istat “Cittadini e Ict”, ha evidentemente accelerato e drasticamente ridotto il cosiddetto digital divide ovvero il dato che indica la porzione di popolazione che non ha in alcun modo accesso ad internet. In Italia il 76,1% delle famiglie italiane dispone di un accesso alla rete e il 74,7% di una connessione a banda larga rendendo di fatto il web uno strumento di informazione accessibile a tutti, grazie anche al progressivo abbassamento delle tariffe di navigazione, specie da mobile.

Ma quanto tempo spendono gli italiani sul web? Mediamente trascorrono 6 ore e 4 minuti su internet e 1 ora e 51 minuti sui social network. Dedicano 44 minuti in media per la fruizione di musica in streaming e trascorrono 2 ore e 57 minuti circa a guardare la TV. Per quanto riguarda i social più utilizzati, YouTube è al primo posto, seguito da WhatsApp e Facebook. L’incremento nell’utilizzo di internet ha fatto da traino anche al comparto degli E-Commerce: nel 2019 è stata registrata una spesa di 20 milioni di euro realizzata da utenti con un’età superiore ai 14 anni, pari al 57,2% delle persone connesse. Più nello specifico il 36,1% ha ordinato o comprato merci o servizi negli ultimi 3 mesi del 2019.

Quella descritta è una panoramica più o meno ampia che delinea il legame tra gli italiani e il web. Ma cosa fanno in particolare gli utenti connessi? Quali sono le attività più diffuse? L’80% delle persone con età superiore ai 14 anni utilizza le app di messaggistica istantanea e il 64,5% utilizza il web per effettuare chiamate. Il 57% degli utenti si informa e legge, il 47,3% accede per scaricare film, musica, immagini e videogiochi. Il 29,3% degli internauti utilizza servizi bancari e il 29,3% usa il web per relazionarsi con la Pubblica Amministrazione.

Ma gli italiani trascorrono il proprio tempo libero sul web anche per giocare e divertirsi su piattaforme di betting e gambling come ad esempio Starcasino, che offrono una gamma di soluzioni ludiche ampia e diversificata. Vediamo allora da vicino alcuni numeri interessanti che riguardano questo aspetto in base ai dati statistici rilevati da una ricerca Eurispes – Istituto di Studi Politici, Economici e Sociali – realizzata nel 2019 su un campione attendibile di italiani. Per quanto riguarda le slot machine, il 58,4% degli intervistati ammette di non giocare mai a slot e videolottery (VLT) online, per cui solo il 41,6% dei giocatori d’azzardo ha l’abitudine di giocare con Slot Machines e VLT online e la fascia di età di 25-34enni è quella più propensa a giocare con entrambe, quindi anche online.

Più in generale, il 12,4% degli intervistati dalla ricerca Eurispes gioca solo online su piattaforme legali mentre un altro 12,4% gioca sia sui circuiti online che in quelli reali, ovvero nei cosiddetti canali fisici. Del target 34-44 anni, il 16,2% gioca solo dal vivo mentre il 15,3% anche su circuiti online.

(Visited 13 times, 13 visits today)