CREMA 2020 Risoluzione del contratto Cantiere da riaffidare

CREMA 2020 Risoluzione del contratto  Cantiere da riaffidare

L’Amministrazione comunale ha compiuto un passo deciso nella procedura che possa condurre a riassegnare al più presto il completamento dell’opera “Crema 2020”.
A seguito delle contestazioni sollevate come Stazione Appaltante in merito al cronoprogramma non rispettato e alla manifesta impossibilità della Geo Cantieri di proseguire coi lavori, lo scorso 1° aprile l’Amministrazione ha inviato le contestazioni e lo stato di consistenza dal quale si deduce un credito a favore del Comune nella misura pari a 131.896,49 euro. Contestazioni non confutate dall’impresa.

 

La Giunta sulla base di questa documentazione ha approvato la risoluzione in danno ex art. 108 co. 3 D.Lgs. 50/2016 del contratto di appalto con Geo Cantieri. Contestualmente il Comune procederà per l’escussione della polizza fideiussoria a garanzia per il recupero della quota di anticipazione corrisposta secondo l’articolo 35 comma 18 del Codice degli appalti e non ancora recuperata attraverso l’esecuzione delle lavorazioni, in misura pari al suo valore maggiorato degli interessi.

Con questa deliberazione, oltre a risolvere il contratto, la Giunta dispone il riaffidamento dei lavori ad altro soggetto, individuandolo tra gli operatori economici che hanno preso parte alla procedura di gara e relativa graduatoria.

La delibera della giunta è perentoria, con l’avvocato Maurizio Zoppolato abbiamo verificato sussistere gli estremi contrattuali per contestare a Geo Cantieri l’inadempimento e risolvere il rapporto”, spiega il sindaco, Stefania Bonaldi. “Avevamo sperato in un accordo bonario per estromettere la società affidataria, dato che erano evidenti il ritardo, prima e l’inadempimento poi, ma non vi sono le condizioni per una risoluzione consensuale. Agiamo quindi imputando a Geo Cantieri l’inadempimento e intendiamo procedere a riaffidare il cantiere. Riteniamo infatti che questa situazione di stallo sia durata abbastanza e conteremmo di potere riprendere e concludere le lavorazioni entro l’estate, per limitare al massimo il pregiudizio arrecato in questi mesi dal fermo cantiere”.

L’obiettivo è quello di riprendere al più presto il cantiere”, commenta l’assessore alla Mobilità e ai Lavori pubblici, Fabio Bergamaschi, “tenendo presente che le altre azioni attorno a quell’area, come il bike sharing e la velostazione, stanno procedendo parallelamente e l’auspicio è quello di proseguire insieme queste fasi”.

 

 

 

 

(Visited 13 times, 13 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *