Aperto da circa 8 anni nella zona artigianale – industriale di Cremosano (via Pradone 38 – www.ristorantedalcapitano.it – 0373 273414), il ristorante “Dal Capitano Fish Lab Restaurant”, tra i capannoni della bella Italia che lavora, in un contesto raggiungibile anche comodamente in bicicletta da Crema… ecco sì rappresenta un vero e proprio gioiello, un tesoro gastronomico dedicato, consacrato al mare. Chapeau! E … degustare per credere.

Ah … da circa un anno, il locale animato dalla splendida, solare Alessandra Boni (figlia e sorella d’arte e poi capiremo il perché) e dall’interessantissimo chef sperimentatore Fabio Genoni (vedi foto di Mike Antonaccio), beh praticamente splendidamente sistemato (bravo Marco Venturelli e gli altri collaboratori di TIPS architects), arredato divinamente, trasformato e luminosamente rivoluzionato ha riaperto i battenti a nuova vita. Non c’è più infatti il forno per le pizze, ma in compenso il menù stagionale, meravigliosamente interpretato dal vulcanico, propositivo, innovativo Fabio è straordinario attore protagonista di una sceneggiatura da Oscar. E alla domenica, da quelle parti, sulla terrazza sopra la sala da pranzo, un angolo di paradiso nella campagna cremasca, con la brezza del vicino Canale Vacchelli (il mare del Granducato del Tortello) che arriva a rinfrescare… Aperitivissimo d’autore (in sinergia con “Crema Events” e… sotto si può cenare secondo solito copione) con musica e cocktail bar. Insomma, “Dal Capitano” è davvero un bel posticino e … udite, udite, particolare non indifferente: la materia prima, vale a dire il pesce, essendo la famiglia Boni una storica famiglia attiva nel mercato ittico (anni fa gestivano una pescheria in via Verdi sul mercato coperto, oggi a Ripalta Cremasca, il leggendario Roberto e il figliolo Andrea mandano avanti un centro all’ingrosso dedito all’import – export internazionale) in pratica arriva fresco da casa quotidianamente. Insomma: in tal senso la scelta non manca. No?

Forgiatosi professionalmente alla scuola dell’immenso Claudio Sadler, il buon Genoni interpreta, sperimenta una cucina “internazionalmediterranea” in continua evoluzione; addirittura i nomi dei piatti sul menù alla carta sono tanto originali, quanto intrigantissimi. Volete un esempio? Fate un giro, godranno anima, cuore, spirito e tutti i sensi, a Cremosano e … provate, indovinando già magari da ora di cosa si tratta, il sensualintrigantissimo Sardegna Tacco 12. Oppure il Passion Cod o il Tesoro della Barbagia.

Circa ottante le etichette in cantina curate appassionatamente da Alessandra, mentre Fabio, per la serie… clamoroso nel Granducato si è messo in testa di fare la rivoluzione. In che senso? Da anni sta studiano come abbinare il Tortello Cremasco al … mare.

Stefano Mauri

(Visited 345 times, 345 visits today)
Share