DeGenere, il 18 gennaio al Paniere terzo appuntamento con Cristina Di Canio

DeGenere, il 18 gennaio al Paniere terzo appuntamento con Cristina Di Canio

Prosegue con il suo spirito alternativo DeGenere, la nuova rassegna letteraria dedicata ai diversi generi della scrittura ideata e organizzata da Lorenzo Sartori per proporre a Crema un modo curioso e divertente di parlare di libri, incontrare chi li scrive, chi li pubblica e chi li vende. Il prossimo appuntamento sul divano arancione del Circolo Il Paniere sarà mercoledì 18 gennaio alle ore 21.15 con Cristina di Canio, libraia, blogger e scrittrice che per Rizzoli ha pubblicato la sua opera prima “La libreria delle storie sospese”, un romanzo che la riguarda molto da vicino.

Di Canio infatti ha aperto a Milano, in zona Piazzale Lodi, una piccola libreria dalle pareti lilla, divenuta famosissima sui giornali e nella rete per aver dato il via ad un’iniziativa curiosa, quella del “libro sospeso”, su modello del noto caffè sospeso che soprattutto a Napoli si usa lasciare pagato per un altro cliente. L’idea, spiega l’autrice, è nata da un signore che: “al momento di pagare ha preso dal bancone una copia di David Golder di Irène Nèmirovsky e mi ha detto: “Questo romanzo mi è piaciuto molto, lo compro, ma non per me, lo dia a chi vuole”. Così ho fatto, dopodiché ho creato l’hashtag #librosospeso e grazie al passaparola su Facebook, Twitter, ma anche fuori dalla Rete, il “libro sospeso” ha contagiato sempre più persone”. Adesso chi entra nella sua libreria, magari la mattina presto, può ricevere in dono il libro comprato da un altro lettore e può fare la stessa cosa con il proprio libro preferito, contagiando qualcun altro della passione per la lettura. Talvolta accade anche che nascano storie d’amore fra due persone che hanno lasciato il libro sospeso, proprio come è raccontato nel romanzo, che ripropone con nomi di fantasia moltissime situazioni reali che la Di Canio ha vissuto nella sua libreria. Qui organizza incontri con autori, corsi di scrittura, momenti di lettura e ascolta sempre la voce dei lettori, convinta che: “per molti la libreria è l’anticamera dello psicologo: entri e trovi un luogo dove ti senti libero di sfogarti, di raccontarti, a volte sfruttando le suggestioni offerte dai libri stessi; inizi a parlare di un libro per parlare di te, accade di frequente”.

Vendere libri non è propriamente una questione commerciale, ha a che vedere con la passione, ma dall’altro lato, senza le vendite non si può tenere aperta una libreria e la Di Canio, classe 1984, lo sa bene, tanto che ha deciso di lasciare un posto sicuro e a tempo indeterminato in un’azienda e fare un mutuo per seguire il suo sogno, consapevole che, di fronte alla concorrenza dei centri commerciali, uno dei segreti dei piccoli librai è il rapporto umano e professionale con i lettori, e su questo lei ha deciso di puntare. Ha anche creato un blog, www.lascatolalilla.it, uno strumento utile per restare sempre in contatto con i suoi lettori e clienti e un modo per parlare dei libri che ama. Gli appuntamenti di DeGenere iniziano alle ore 21.15 presso il Circolo Il Paniere in via IV Novembre, 58 a Crema. Per informazioni al pubblico: degenere-storie.blogspot.it

(Visited 29 times, 2 visits today)