Denis Barbieri: Il mercato vinicolo, come il Vinitaly, ecco … non dorme mai

Denis Barbieri: Il mercato vinicolo, come il Vinitaly, ecco … non dorme mai

Dennis Barbieri (figlio e fratello d’arte)… appassionatamente The Negociant”, da anni rappresenta alcune tra le migliori realtà del panorama enogastronomico italiano e mondiale in provincia di Cremona. Tra le altre cose è anche giornalista e appassionato, preparato fotografo Freelance, il buon Dennis: i suoi scatti? Vedono lungo. Chiacchierare con lui? Non è mai banale.

Senti come è andato questo 2018 ormai prossimo, vicino alla conclusione?

Direi abbastanza positivamente, ma siccome nulla succede per caso, beh concedetemi il termine… per così dire i numeri buoni fanno premiato soprattutto chi si è messo in gioco, quanti stanno al passo dei tempi, quelli che seguono, se non addirittura anticipano le tendenze. Sì il mercato vitivinicolo non dorme mai, un po’ come il Vinitaly, la massima manifestazione commerciale italica del mio settore, ergo gusti, mode e orientamenti cambiano in continuazione. E tutto è evoluzione: chi balla e si aggiorna non va in difficoltà.

Hai un portafoglio ampio: vuoi segnalare qualche brand che ti ha stupito?

Ho la fortuna e l’onore di rappresentare tutte realtà che fanno della qualità la loro ragion d’essere. E … quando lavori qualitativamente a un certo livello, sì puoi ritenerti fortunato, difficilmente incontrerai difficoltà insormontabili. E in tal senso mi ritengo fortunatissimo.

La tua attività giornalistica – fotografica ti aiuta nel tuo lavoro quotidiano?

Certamente la fotografia ad esempio mi fa vedere le cose dal lato artistico emozionale. E dato che cibo e vino sono pure emozioni, sì il tutto giova. Lo scorso aprile ho fatto il Vinitaly anche da fotografo e … vista dietro la macchina fotografica, la Verona for Vinitaly è meravigliosamente viva e creativa.

Sei fiducioso in vista del 2019?

Bisogna essere positivi e circondarsi di ottimisti che … l’ottimismo aiuta sempre. Quindi … bisognerà correre e sgobbare sodo, ma vedo il bicchiere mezzo pieno.

Fiducia anche per quanto riguarda la provincia di Cremona?

Sì io non li vedo poi tanto fermi Cremonese, Cremasco e Casalasco. Guardo a colori e dico che chi non si fermerà o si metterà in discussione potrà svoltare positivamente.

E l’anno che verrà ti rivedrà nuovamente impegnato in serate promozionali e degustazioni?  

Ovviamente: grazie a questi appuntamenti oltre a stabilire contatti diretti coi consumatori e coi gestori di locali capto i vari orientamenti in fatto di gusti e orientamenti e ti annuncio che ritornerò al Vinitaly nelle vesti di fotoreporter per provare a cogliere ulteriori spaccati della fiera, importantissima, veronese.

Stefano Mauri

 

(Visited 45 times, 4 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *