Denis Guerini e le sue ironiche Vaghe Supposizioni musicali da cantautore

Denis Guerini e le sue ironiche Vaghe Supposizioni musicali da cantautore

Dalla batteria alla chitarra: questo lo speciale percorso musicale di Denis Guerini, raffinato, interessantissimo cantautore (ironico, introspettivo) d’autore, col quale abbiamo scambiato due parole. Particolare non indifferente: il vulcanico Denis ha imparato a suonare da solo, quindi è totalmente, appassionatamente autodidatta.

Mai sfiorato l’idea di partecipare ad un talent show musicale?

No perché in quei format televisivi cercano, curano e seguono prevalentemente voci melodiche. Bisogna andarci piano coi talent poiché il rischio è che i tanti che escono da questi mondi finiscano catapultati, senza alcuna esperienza alle spalle, in un mondo che si nutre esclusivamente di numeri.

Ti piacerebbe esibirti sul palco dell’Ariston di Sanremo?

Mah faccio musica di nicchia, preferirei partecipare al premio Tenco. Ad onor del vero, quello di essere selezionato per questo particolare evento è un po’ il mio sogno.

Scrivi da solo i tuoi pezzi?

Si scrivo prima i testi, poi passo alla musica. Negli arrangiamenti mi aiuta poi Mattia Manzoni.

Dove trai ispirazione?

Dalla vita, dalle mie esperienze, da ciò che seguo o leggo.

I tuoi cantanti preferiti?

Tanti: Fabrizio De Andrè, Giorgio Gaber, Conte.

Mai pensato di scrivere un libro?

Si, chissà magari prima o poi potrei anche scrivere qualcosa.

Come sta andando Vaghe Supposizioni, il tuo ultimo Cd musicale?

Non male direi e sono molto soddisfatto di essere appunto uscito con un compact disc perché la cosa, nonostante il potere di diffusione della rete, beh ha sempre un suo fascino particolare.

Cosa bolle nella tua pentola artistica?

Sto scrivendo altri pezzi.

Nel recente passato ti sei esibito, tra le altre cose, sul particolarissimo palco presente in quel di Eatitaly a Milano…

Esperienza interessantissima anche perché prima, da quelle parti trovava ospitalità il leggendario teatro Smeraldo. Quindi la location è decisamente blasonata.

Al progetto musicale Vaghe Supposizioni  QUI la recensione del disco,(Volume! Records – L’Altoparlante), col buon Denis hanno collaborato a vario titolo Mattia Manzoni, Francesco Guerini, Bob Roth, Michele Carletti, Matteo Livraga, Elisa Locatelli, Elisa Tagliati, Gio Bressanelli, Amanda Bonetti, Fabio Gallo, Dino Nolli, Toto Maisano e Max Forleo.

Stefano Mauri

(Visited 56 times, 4 visits today)