Don Muller, il cardinale che non spretò don Inzoli, per il CorSera è contro il Papa

Don Muller, il cardinale che non spretò don Inzoli, per il CorSera è contro il Papa

Allora, secondo il Corriere della Sera del 15 luglio, Papa Francesco, causa trame di poteri e veleni, beh, in quel del Vaticano non starebbe passando un bel momento.

Sì perché prima, vale a dire lo scorso 20 giugno, si è dimesso il Revisore generale della Curia Romana Libero Milione; poi il cardinal George Pell, ministro dell’Economia è dovuto volare in Australia per difendersi da una brutta storiaccia relativa a presunti reati sessuali. Monsignor Gerhard Ludwig Muller infine, (vale a dire colui il quale nelle vesti di responsabile della Congregazione per la dottrina della fede, due anni fa – scoop del quotidiano La Provincia – nei confronti di don Mauro Inzoli – poi recentissimamente scomunicato proprio da Papa Francesco – pur prendendo provvedimenti, diciamo che non fu… perentorio, ndr) giusto ai primi di luglio, dal Santo Padre in persona è stato pensionato in anticipo. E il suo successore, ecco parrebbe avere qualche problemino.

Tornando tuttavia a Monsignor Muller, secondo il CorSera, dato che resterà a Roma, condizionale d’obbligo, avrebbe discrete chance di indossare i panni della cosiddetta bandiera degli oppositori del Papato di Jorge Mario Bergoglio. Sarà vero? Lo scopriremo vivendo, nel frattempo… sì l’estate della Curia Romana si tinge, pur leggermente, di giallo.

Stefano Mauri

(Visited 183 times, 44 visits today)