Donato da Orzi: I 5 Stelle? A Crema non vinceranno mai. E occhio alle Sardine

Donato da Orzi: I 5 Stelle? A Crema non vinceranno mai. E occhio alle Sardine

Volevamo chiudere il 2019 (a proposito: Premier Conte è stato davvero un anno bellissimo come lei, 365 giorni fa aveva pronosticato?) nel peggiore dei modi. Quindi siamo andati a disturbare il “Tuttologo” del nulla Donato da Orzi, intercettato al telefono, in un Motel anonimo lungo l’ex Paullese, in una fredda notte, di un lunedì dicembrino post Magika, la discoteca che … appunto al lunedì, beh sa offrire sempre spunti illuminanti.

Ti spacci per politologo: ci fai le pagelle alla politica di quest’anno ormai prossimo alla conclusione in quel di Crema, capitale del Granducato del Tortello?

Stefania Bonaldi 10 e lode: il sindaco non sbaglia un colpo. E sta preparando il suo sbarco politico a Roma. Fabio Bergamaschi: 8 che il bello dei politici nostrani, incurante delle critiche va avanti per la sua strada. Emanuela Nichetti: 11 e lode, la cultura pop, piace a tutti. Matteo Gramignoli? Sette, ma non si esponga sempre e troppo: rischia di bruciarsi per fare ombre agli altri.

Ma promuovi tutti?

A Crema il centrosinistra è fortissimo.

E il Movimento 5 Stelle?

Difficilmente conquisteranno qualche grande città della Lombardia. E Crema non farà eccezione. Occhio inoltre alle Sardine che avanzano e comunque gli affiliati al M5S conducono una politica logorroica, nervosa e incazzosa. E la sparata contro il Pergo che è arrivata proprio da Crema, trovata partita dal consigliere comunale locale è da 4.

La Lega Lombarda?

Andrea Agazzi è un figo da 8, ma non perda tanto tempo a specchiarsi. Il resto è un pochino poca roba, ma Daniel Bressan, vicesindaco di Offanengo si merita 9.

Forza Italia?

Ma esiste ancora in provincia di Cremona questo partito? Salvo tuttavia Antonio Agazzi, il cui impegno è da 10 e lode. E il prezzemolino televisivo Massimiliano Salini è da sei, ma sostanzialmente resta un solista.

Ti piacciono le luminarie a Crema?

Stupende. E la Sfera col Pennacchio in piazza Duomo, dopo la Pesca resa famosa dal filmone di Guadagnino è il qualcosa che meglio ha caratterizzato il Cremasco negli ultimi 5 anni. Sai che per il selfie di rito in piazza ci porto tante malmaritate?

E chi se ne frega. Che ne pensi di Giorgia Meloni che è venuta a Crema per visitare lo stabilimento Ancorotti Cosmetics e a dare la tessera del suo partito al buon Renato?

Fratelli d’Italia, dalle vostre parti è eccessivamente timido. E’ ora che i Fratellini’s facciano la voce grossa partendo, perché no, proprio da Ancorotti.

stefano mauri

 

 

(Visited 53 times, 53 visits today)