E il Bergaciavarro vince il ricorso al Tar contro Bandirali e gongola su La Provincia che pare un commissario da poliziottesco

E il Bergaciavarro vince il ricorso al Tar contro Bandirali e gongola su La Provincia che pare un commissario da poliziottesco

Ma ve lo ricordate Massimo Ciavarro? Ma si il belloccio dei fotoromanzi e delle serie televisive degli anni ’80 che faceva sbavare tutte le nostre amiche a scuola. E noi a rosicare. Ecco mettetelo lì un attimo. La notizia del giorno è la vittoria del comune di Crema contro Mauro Bandirali. Il promo round almeno. Insomma il Tar di Brescia ha respinto la richiesta di sospensiva della modifica della viabilità in via Piacenza depositata dal proprietario della storica gelateria. Il Bandirali si era incazzato per il cambio di parcheggi di fronte al suo locale e per il ricavo una ciclabile. Una delle brillanti operazioni dell’assessore Fabio Bergamaschi.

E qui volevamo arrivare. Nella foto di repertorio che appare su La Provincia, si presume del grande Max Marinoni, il buon Bergamaschi pare un commissario dei poliziotteschi degli anni ’70, anzi no il miglior Massimo Ciavarro di sempre. Sembra appunto che pensi: quanto so figo. Ma tu dici sarà così solo in pubblico? Ma no anche nella vita privata, si veda l’altra foto che pubblichiamo, sfoggia espressioni degne di Bolero (il must del fotoromanzo anni ’80). E’ un nostro vecchio pallino quello del fotoromanzo. Lo avremmo voluto fare con Paolo Riccaboni a Spino… poi è andata come è andata. Bergamaschi si candida.

Ah la notizia.. Boh circa è che nei prossimi giorni la polizia municipale finirà di sistemare la segnaletica e poi entrerà in vigore la nuova viabilità. Comunque quella la trovate sulla stampa seria.

Bruno Mattei

(Visited 55 times, 11 visits today)