E il Dunas diventa terreno di scontro politico. Intanto cerchiamo di farvi capire chi paga e dove

E il Dunas diventa terreno di scontro politico. Intanto cerchiamo di farvi capire chi paga e dove

E il Dunas diventa terreno di scontro politico pesante. Stamattina nella sede di Forza Italia in via Matteotti si è tenuta una conferenza stampa fortemente simbolica, non solo per il tema anche per i presenti. Intanto è la prima conferenza stampa che vede la presenza di Chicco Zucchi come candidato unitario di (quasi) tutto il centro destra cremasco. Il Commercialista grande e grosso svetta tra i due coordinatori dei maggiori parititi. Andrea Agazzi, quello che l’ha appoggiato subito con la Lega e Gianmario Donida, il discussissimo coordinatore di Forza Italia. La convocazione a questa conferenza stampa arrivava da Donida stesso, che così nonostante da Cremona e Milano sia stato semi commissariato (ricordiamo il comunicato da Cremona che dice che la Galmini ha affidato a Jotta il compito di fare la lista a Crema), sta a galla e si butta su un tema caldo. Inaffondabile.

Decisamente un segnale all’ala Berettiana del partito con cui Donida continua a discutere via Facebook, anche con risvolti assai divertenti, in questi giorni l’Architetto Bettinelli (oh, c’è il commercialista? abbiamo anche l’Architetto) è scatenato. Ma dicevamo dei Dunas. La querelle si è fatta dura con lo scoop di InPrimapagina che ha scovato un verbale del consorzio di bonifica che dice che è meglio rinviare l’invio delle cartelle esattoriali a Crema dopo le elezioni, per non fare diventare la tassa terreno di scontro. Troppo tardi. Zucchi che prima aveva attaccato chiedendosi perchè la Bonaldi non ha fatto ricorso al Tar sulla tassa e poi era stato tacciato da Piloni e Alloni di dire fregnacce si è trovato un rigore a porta vuota per cavalcare il tema.

Ma intanto. Chi, come e quanto paghera? Piloni aveva detto che “va beh, tanto sono solo il 30 per cento dei cittadini“. Abbiamo recuperato delle cartine che mostrano quali sono le aree di pagamento per costruzioni e terreni agricoli. Le alleghiamo a fine pezzo, che sono già un ottimo passo avanti. Ma vi forniamo anche qualche altro strumento. Delle pagine del sito del consorzio per capire l’applicazione delle aliquote e calcolare quanto si paga. Le aliquote che verranno applicate per l’area Adda-Serio sono le stesse dell’area Dugali. Lo dice il sito del consorzio. Ma è difficile fare un calcolo preciso perchè la tassa è individuale e va calcolata in base all’incidenza sul territorio delle costruzioni. Quindi a Crema pagheremo poco ma gli agricoltori e le aziende molto di più. Il tema va sempre ricordato, lo avevano tirato fuori per primi i 5 stelle e a seguire i rifondaroli (che sono sul piede di guerra). Ieri è intervenuto anche Lena.

Ma che si sono detti alla conferenza stampa? Innanzi tutto si è battuto sull’atteggiamento dell’amministrazione, “nascondono la tassa”. Zucchi ha mostrato gli stessi verbali su cui si è basata InPrimapagina per lo scoop di venerdì scorso datati 20 febbraio. Come riporta Cremaoggi Zucchi avanza l’ipotesi che “il consigliere regionale Agostino Alloni, durante l’incontro avvenuto a fine gennaio con il direttore generale del consorzio, abbia suggerito una proroga”. La tassa di bonifica terreni non pare essere in discussione ma deve essere pagata “solo se ci siano dei servizi a favore della città”.

Emanuele Mandelli

  • QUI la planimetria per le case
  • QUI la planimetria per i terreni
  • QUI la pagina del sito del consorzio sulle aliquote
  • QUI la pagina per calcolare quanto si paga
  • QUI il sito del consorzio

 

(Visited 99 times, 5 visits today)