E’ tornata la Maestrina ed è incazzata come una iena (ed ecco il famoso verbale del Dunas)

E’ tornata la Maestrina ed è incazzata come una iena (ed ecco il famoso verbale del Dunas)

Ci mancava da un po’ dobbiamo dire. Ieri il comunicato bomba della Bonaldi è arrivato come un fulmine a ciel sereno nella polemica Dunas. Subito il nostro creativo di immagine ci ha mandato la locandina del film. E’ tornata la maestrina:  “Zucchi, santo cielo, grande grosso rumoroso e ignorante. E lì, in fondo al pullman, chi è che fa tutto sto casino. Lo so sono quei piccioni dei 5 stelle. Vi mando dal preside, pardon dal giudice“.

Ma Stefania ma chi te lo fa fare di incazzarti così? Alla fine che te frega. La colpa del Dunas è assodato non è del centro sinistra. Alloni aveva già ribadito che lui si era pure sbattuto in Regione per la cosa e altri l’avevano stoppato. Il Dunas fa questa particolare scelta di rinviare l’invio delle cartelle a dopo le elezioni. Va beh. Ma tu che centri? “Io non ne sapevo nulla di questa cosa”. Punto.

Invece, come sottolinea anche su Facebook, bisogna mettere i puntini sulle i. E ok. Ma così lo scontro diventa nucleare. Infatti i comunicati e contro comunicati si sprecano. La stampa gode. Inutile dirlo. La polemica rovente fa vendere giornali e fa click in rete. Il fatto è che la campagna elettorale è lunga, quasi deve ancora cominciare. Ti viene il sangue amaro Stefania. E’ primavera. Esci in città e vai in giro ad incontrare i cittadini, fa sicuramente meglio che sparare ad alzo zero su quei discolacci dei 5 stelle.

Che poi dico. Ma l’hai visto Catteneo? Dai poverino. E’ appena arrivato. Pare un timidone che deve iniziare a farsi e te gia me lo denunci? Ah parlando di verbale. Qualcuno aveva chiesto di vedere il totale del famoso verbale del Dunas. Eccolo QUI.

Bruno Mattei

(Visited 98 times, 26 visits today)