Ecco come parlava, vedendo i playoff, mister Tacchinardi soltanto 4 mesi fa

Ecco come parlava, vedendo i playoff, mister Tacchinardi soltanto 4 mesi fa

Domenica scorsa, al termine dell’ultima partita della Pergolettese (ennesimo malinconico Ko) in questo tristissimo (sempre meno gente al Voltini e sempre più proteste) e finalmente finito campionato, mister Alessio Tacchinardi, sui giornali e davanti alle telecamere è esploso, l’intervista ve l’abbiamo proposta in settimana, difendendo il suo operato e attaccando media, società e stampa. A gennaio e febbraio invece, come vedete nelle due interviste che vi proponiamo, lo stesso Tacchinardi, parlando con l’ufficio stampa del Pergo (interviste prese dal sito ufficiale della società, ndr) beh la pensava diversamente. Leggete, leggiamo e facciamoci un’opinione.

 

Mister come giudichi il risultato finale, nonostante non sia arrivata la vittoria?

 Pareggio giusto. Devo ringraziare i miei giocatori perché’ 5 o 6 avevano la febbre e stavano male ma, pur di giocare questa partita, non me l’hanno neanche detto prima della gara. Volevamo la vittoria per allungare un po’ in classifica contro una diretta concorrente per un posto playoff, ma come ha dimostrato il campo, il Monza nonostante il periodo difficile che sta attraversando, ha dimostrato tutto il suo valore; e’ una squadra forte composta da ottimi giocatori e di grande qualità’. I miei hanno battagliato e lottato senza mai mollare un attimo, nonostante molti tossivano prima della gara  e di questo sono orgoglioso. E’ stata la dimostrazione che tutti vogliono onorare la maglia fino all’ultimo minuto e ne e’ scaturita una gara bella, fisica con qualche errore da ambo le parti, ma quando c’e’ questa intensità’ in campo, ci può’ anche stare. Il punto per entrambe credo sia il risultato giusto, abbiamo avuto qualche occasione noi e qualcuna anche loro. Questa partita nascondeva parecchie insidie, ma abbiamo tenuto bene il campo e ne usciamo contenti.”

Forse oggi e’ mancata la zampata vincente, quella che ultimamente ci ha abituato Cesca.

“Abbiamo provato in qualche occasione,  Cesca ha fatto una bellissima rovesciata, deviata fortuitamente dalla schiena di un difensore; lui sta’ facendo qualcosa di pazzesco per la nostra squadra. Stamattina si e’ svegliato alle 5 di mattina con la febbre, ma ha voluto giocare a tutti i costi. Non era il solito giocatore, a cui ci siamo abituati ultimamente, ma e’ ampiamente giustificabile e ha lottato come un leone. Anche Valente e Boschetti hanno avuto delle opportunità’ per sbloccare la gara, pazienza, vuol dire che dovremo andare a recuperare i punti persi, domenica prossima a Sondrio.”

Una tua valutazione sulla prestazione degli under.

” Riceputi ha fatto una buonissima partita, nonostante avesse di fronte un giocatore di categoria superiore. Boschetti sta’ un po’ pagando il campionato che ha condotto fino ad ora a cento all’ora, ma la bellezza di questo giocatore e’ che, anche quando come oggi ha sbagliato 4 o 5 palloni, non ha mai mollato un centimetro, Ionascu ha delle qualità’, deve sicuramente mettere più’ dinamismo; ma tutti i giovani devono tirarsi fuori, fare qualcosa di più’, devono crescere maggiormente, perché’ questo  campionato ha bisogno di giovani bravi essendo fondamentali.”

Ora i playoff sono a 3 punti di distacco pero’ si stanno accumulando parecchie squadre.

” Ogni domenica può’ succedere di tutto. E’ venuto qua’ il Sondrio e non siamo riusciti a bucare la loro difesa, vai in trasferta e magari perdi; domenica a Sondrio, che e’ ultimo in classifica, sarà’ una battaglia. Tutte le gare di questo campionato sono toste, combattute, ma oggi sono contento perché’ la squadra ha tenuto testa a una formazione forte come il Monza .”

 

Il maiuscolo non è colpa nostra n.d.em

 

 

ALESSIO TACCHINARDI SI PRESENTA AI TACCUINI DEI GIORNALISTI CON SORRISO E A STENTO TRATTIENE LA FELICITA’ PER LA PRESTAZIONE DELLA SQUADRA.

MISTER, CON DEGLI ESORDIENTI IN FORMAZIONE,OGGI UNA PRESTAZIONE DI GRANDE  VALORE.

” OGGI ERO MOLTO FIDUCIOSO, NONOSTANTE ERAVAMO IN UNO SCHIERAMENTO INEDITO. LA SQUADRA HA RAGGIUNTO UNA MATURITA’ IMPORTANTE. DEVO RINGRAZIARE LA SOCIETA’ CHE, NEI MOMENTI DIFFICILI HA CONTINUATO AD AVER FIDUCIA NEL MIO LAVORO E TUTTI ASSIEME, RIMBOCCANDOSI LE MANICHE, SIAMO ARRIVATI  A QUESTO PUNTO.  VEDERE UNA PARTITA COME QUELLA DI OGGI, RIPENSANDO ALL’ANDATA DOVE IL CISERANO ERA SEMBRATO SUPERIORE A NOI IN OGNI REPARTO, VINCERE E CONVINCERE ANCHE CON UN UOMO IN MENO, E’ PER ME MOTIVO DI GRANDE ORGOGLIO. I RAGAZZI MI STANNO DANDO TANTO, IO SONO UN ALLENATORE ESIGENTE, PESANTE; PERO’ PER RESTARE LA’ IN ALTO DELLA CLASSIFICA, BISOGNA AVERE OGNI GIORNO, IN OGNI ALLENAMENTO GRANDE FAME, GRANDE VOGLIA E LORO MI STANNO DANDO UNA DISPONIBILITA’ FANTASTICA. STIAMO AVENDO UN PROCESSO DI CRESCITA IMPORTANTE MA QUESTO E’ MERITO DEI RAGAZZI PER COME SI APPLICANO E SI SACRIFICANO OGNI SETTIMANA PER COME STANNO LAVORANDO CON GRANDE UMILTA’ E SACRIFICIO.”

 

COSA HAI DETTO AI RAGAZZI PRIMA DELLA GARA .

” HO DETTO LORO CHE OGGI ERA UNA PARTITA FONDAMENTALE PER CAPIRE CHE CAMPIONATO AVREMMO FATTO. SE UNA STAGIONE DA COMPRIMARI, COME NEL GIRONE D’ANDATA O DA PROTAGONISTI COME MERITA QUESTA MAGLIA, COME MERITA QUESTA SOCIETA’, COME MERITA QUESTA TIFOSERIA CHE ANCHE OGGI CI HANNO SEGUITO E INCITATO CON GRANDE PASSIONE, CON GRANDE CUORE. HO DETTO LORO CHE PER VINCERE DOVEVAMO SCENDERE IN CAMPO CON UMILTA’. PENSARE CHE LORO AVESSERO 35 PUNTI E NOI 10, LOTTARE COME SE FOSSE L’ULTIMA PARTITA DELL’ANNO  E LORO HANNO CAPITO IL MESSAGGIO. ABBIAMO PASSATO MOMENTI DIFFICILI, MA ADESSO SONO FELICE. NON ABBIAMO ANCORA FATTO NIENTE DI IMPORTANTE MA VINCERE OGGI QUI A CISERANO, PER COME E’ AVVENUTA, E’ STATA UNA DIMOSTRAZIONE DI GRANDE FORZA. ADESSO GODIAMOCI QUESTA VITTORIA MA DA MARTEDI’ GIU’ LA TESTA E RICOMINCIAMO A LAVORARE DURO PERCHE’ DOMENICA ABBIAMO UN’ALTRA GARA DURISSIMA CONTRO UNA SQUADRA COME IL CILIVERGHE.”

 

OGGI HAI AVUTO DELLE BELLE RISPOSTE DAI RAGAZZI  CHE HANNO GIOCATO POCO FINORA COME DONNARUMMA, RUBETTI E SIMONATO.

” DONNARUMMA E’ UNA TESTA DURA ME IO SO’ IL SUO VALORE. PURTROPPO FINO AD ORA HO SEMPRE AVUTO PROBLEMI NELLA SCELTA DEGLI UNDER. SIMOINATO FINO AD ORA NON L’HO MAI AVUTO PER I PROBLEMI DI PUBALGIA CHE LO HA TENUTO NIN INFERMERIA FINO A POCO TEMPO FA’ , MA IO SO’ CHE HA GRANDI QUALITA’ E PERSONALITA’.  PAGA UN PO’ L’ALTEZZA, MA OGGI MI HA DIMOSTRATO CON QUESTA PRESTAZIONE, DI POTER FARE AFFIDAMENTO ANCHE SU DI LUI. DI RUBETTI NON POSSO CHE PARLARNE BENE; RAGAZZO UMILISSIMO, UN SOLDATINO MA CON GRANDE QUALITA’. HO FATTO I PRIMI TRE MESI CON GRANDI DIFFICOLTA’ CON I RAGAZZI, ADESSO HO PIU’ SCELTE; CONTINUAMO A LAVORARE COSI’.”

 

ANCHE OGGI UNA GRANDE PRESTAZIONE DI CESCA, LOTTATORE E ALTRUISTA.

AVREI VOLUTO VEDERE QUESTA SQUADRA CON CESCA AD INIZIO ANNO DOVE SAREMMO ADESSO IN CLASSIFICA. ABBIAMO GIOCATO COL LECCO ALLA PARI, COL PIACENZA ALLA PARI, CON IL CISERANO, CHE ALL’ANDATA SEMBRAVANO FENOMENI OGGI SEMBRAVA UNA SQUADRA NORMALE; VUOL DIRE CHE SIAMO CRESCIUTI MOLTO E UN GROSSO MERITO DEL MIGLIORAMENTO AVUTO SUL PIANO DEL CARATTERE E DELLA PERSONALITA’ VA’ A LUI. SULL’EPISODIO DEL RIGORE, VEDERE LA PALLA CHE VIAGGIA A QUELLA VELOCITA’ ,CON I MOVIMENTI SENZA PALLA DEI RAGAZZI, E’ STATA UNA GRANDE SODDISFAZIONE PERCHE’ SONO TUTTI ESERCIZI CHE PROVIAMO E RIPROVIAMO DURANTE LA SETTIMANA. UN ALLENATORE DEVE RIUSCIRE A FARE MENO DANNI POSSIBILI PERCHE’ I PROTAGONISTI SONO SEMPRE I GIOCATORI E CESCA E’ UN GIOCATORE CHE SPACCA IN DUE LE PARTITE. PECCATO PER L’ESPULSIONE DI VALENTE; STA’ FACENDO UN PERCORSO DI CRESCITA IMPORTANTE PRE DIVENTARE GIOCATORE VERO. E’ STATO UN PECCATO DI GIOVENTU’ DA PERDONARE ANCHE PERCHE’ ,QUANDO AVEVO IO LA SUA ETA’ , NE HO COMBINATE ANCH’IO DI STUPIDAGGINI.”

sm

(Visited 22 times, 5 visits today)