Entro fine mese le manifestazioni di interesse circa le candidature al CDA della Fondazione Benefattori Cremaschi

Entro fine mese le manifestazioni di interesse circa le candidature al CDA della Fondazione Benefattori Cremaschi

Entro il 31 di questo mese si raccolgono le manifestazioni di interesse circa le candidature al CDA della Fondazione Benefattori Cremaschi, che successivamente il sindaco, Stefania Bonaldi, sarà chiamata a nominare.
Come precisato anche nel dibattito sul nuovo Statuto in Consiglio Comunale, la nomina da parte del Sindaco non determina alcun vincolo di mandato o alcun tipo di controllo, diretto o indiretto, sulla Fondazione: “Ente del Terzo Settore” totalmente autonoma sul piano gestionale ed amministrativo.
“Questa autonomia, tuttavia”, spiega in una lettera che il sindaco ha spedito oggi ai capigruppo del consiglio comunale, “non implica, né deve determinare, una distanza dalla Comunità e tanto meno dalla Amministrazione Comunale, come egualmente è emerso in quel medesimo dibattito”.
Per questa ragione, il sindaco di Crema ha invitato i capigruppo a un incontro, il prossimo 16 luglio, alle 18 nel suo ufficio, per un momento di confronto su queste nomine, che andranno oltre la scadenza del mandato amministrativo e che quindi, sottolinea il sindaco, “avranno bisogno di un sostegno ed un supporto trasversali, che vadano ben oltre la mia persona e la maggioranza che mi sostiene”.
L’obiettivo è quello di comporre un Cda “che possa lavorare in modo coeso, in piena sintonia, perché i temi da affrontare, gestionale, patrimoniale, di relazioni con l’ASST, l’ATS, la stessa Regione Lombardia e il Territorio sono impegnativi e richiedono uno sforzo collettivo, scevro da personalismi o meccanismi di parte o di bandiera”.
In allegato, la lettera inviata ai capigruppo.

 

(Visited 35 times, 35 visits today)