Film in lingua originale al multisala, così gli integralisti la finiranno di scassare la minchia

Film in lingua originale al multisala, così gli integralisti la finiranno di scassare la minchia

Bella iniziativa del Multisala Portanova. Da lunedì 9 marzo, alle 19.00 ed ogni secondo lunedì del mese, proietterà i film della stagione in corso in lingua originale. Iniziativa messa in campo in collaborazione con il British Institute di Crema. Si sa l’inglese è importante.

Bella iniziativa non solo per la conoscenza della lingua che tocca sapere per andare in giro per il mondo ma anche e soprattutto perché così gli spocchiosi che ti dicono: “hai visto il film X si? Eh ma metà delle battute si perdono nel doppiaggio e nella traduzione. I film vanno visti in lingua originale”, potranno smetterla di scassare la minchia e andare beatamente al cinema, tutti e 7, e non triturare il cazzo a quelli che vanno a vedere un film per svagarsi e sanno (come la stragrande maggioranza degli Italiani) 200 vocaboli di inglese.

Si tutti quelli che capiscono a fatica due frasette scolastiche e che vedono i film in lingua originale con i sottotitoli come una invasione di cavallette. Ne conosco un paio di questi figuri che ti fanno le palle quadre con i film in lingua originale, le serie TV in lingua originale… E’ gente difficile da sopportare. Si sono fatti una cultura e devono fartelo sapere spiegandoti che in prima battuta sei una bestia ignorante perché non sai l’Inglese e poi che davvero sei un fottuto autarchico che si ostina a guardare i film e i telefilm doppiati.

Qualcuno si è spinto a dire che vieterebbe il doppiaggio dei film e li manderebbe in sala nella loro lingua. Si, così almeno anche il mercato cinematografico fallirebbe bellamente perché a vedere il film ci andrebbero quei 12 che (sostengono) di capirli in originale. Gente che ha lo stesso integralismo dei vegani, o di qualsiasi altro estremista, che ha fatto una scelta di vita e pretende in tutti i modi di importela.

Mi ricordano la Pacifista Violenta del geniale film L’Italiano Medio di Maccio Capatonda. Una che ha fatto scelte pacifiste e te le impone con la violenza. Gente che non accetta che io guardi Big Bang Theory, o I Griffin, in Italiano e mi diverta lo stesso anche se mi perdo qualche battuta legata alla cultura americana (chi se ne fotte degli americani).

Sono gli stessi che poi magari storcono il naso per gli anglicismi nella lingua italiana, si penso al caso e alle mille ironie del portale Very Bello. Perché allora mettiamoci d’accordo. Inglese si o inglese no? Perché vi ricordo che c’è già stato chi voleva italianizzare ogni termine inglese, e non è stata una bella storia. Esattamente come quella di quello che per fare successo servono le tre I, impresa – internet – inglese, e poi parlava la lingua di Albione con accento da commenda. Insomma siamo un popolo senza vie di mezzo.

Amici (per modo di dire) mettetevi in mente che fino a che l’Inglese non sarà davvero insegnato in questo paese sarà difficile che la vostra utopia orwelliana da total English (si scrive così?) possa essere realizzata.

Bruno Mattei

(Visited 207 times, 36 visits today)