Forza Italia’s karma, la drammatica settimana che aspetta gli azzurri cremaschi

Forza Italia’s karma, la drammatica settimana che aspetta gli azzurri cremaschi

Siamo in grado di anticiparvi i prossimi psicodrammi che colpiranno il centro destra cremasco nella prossima settimana.

  • Domani in una drammatica conferenza stampa presso l’istituto Canossiane il coordinatore defenestrato di Forza Italia Gianmario Donida annuncerà di essere figlio naturale di Simone Beretta. “Papa perdonami e accoglimi in casa“. Beretta chiederà immediatamente il test del DNA che dirà la verità sul caso scottante del lunedì. Risulterà che in realtà è Donida e Beretta sono fratelli. Si apre subito la caccia al padre dei due.
  • Martedì un ciclone colpirà l’architetto Enzo Bettinelli. Si scoprirà che si è messo in combutta con Danilo Toninelli dei 5 stelle per disegnare lo stadio di Roma. La tattica appare chiara. Spostare l’attenzione dell’opinione pubblica cremasca sulla giunta Raggi e Roma, dove c’è molto meno casino che a Crema, per far passare sottotraccia le mosse degli azzurri nei giorni a seguire.
  • Mercoledì Antonio Agazzi annuncerà il suo definitivo trasferimento in Cina dove formerà la lista civica Solo cose buone per Shangai battendosi contro l’insediamento dei templi buddisti. Tutto il percorso sarà raccontato con comode uscite su Facebook: mille settecento foto e seimila battute, a post. In un velenoso fondo sull’Inviato Quotidiano Rossano Salini si schiererà con il Dalai Lama e attaccherà Agazzi.
  • Giovedì durante una intervista il coordinatore cremonese di Forza Italia Mino Jotta riuscirà ad esprimere un parere compiuto in meno di 48 minuti. La cosa scatenerà un terremoto nel coordinamento provinciale, che verrà commissariato da quello cremasco, che verrà invaso dalle cavallette, che sarà smentito da una dichiarazione di Maria Stella Gelmini che confonderà Crema con il lavoratorio del Cern, dove si scoprirà che le particlle nucleari hanno più peso delle decisioni dell’ultimo coordiamento cremasco che al mercato mio padre comprò.
  • Venerdì Massimiliano Salini sbagliando aereo invece che tornare al parlamento europeo a Bruxelles si trovera in Lituania. Spaesato sparirà dai radar per ricomparire come cantante in gara all’edizione 2017 dell’Eurofestival avendo defenestrato Gabbani vincitore di Sanremo e dichiarando: “il cantante scelto dall’Italia per la manifestazione è uno ed è sempre stato uno, lezioni di Nirvana c’è Beretta in fila indiana, per Donida un ora d’aria o di gloria. La folla grida un matra Zio Rossoni’s karma“.
  • Sabato Crema sarà colpita da una tempesta magnetica che aprirà una spaccatura temporale che collegherà il 1967 con il 2017 e si ritroverà in città un giovane Archimede Cattaneo, compianto sindaco democristiano, che fonderà immediatamente una lista civica detta Il Pitagorico imbarcando tutti i nostalgici della DC cremasca a partire da Martino Boschiroli e Laura Zanibelli, convincerà a convergere su di lui anche il Pdf dei Rozza brothers e in un sondaggio istantaneo sarà dato al 28 per cento. In un drammatico coordimaneto tra lui e due clienti del bar Gallery Gianmario Donida deciderà di appoggiare la candidatura Cattaneo, “è sicuramente la novità più fresca del momento“.
  • Domenica Chicco Zucchi manderà una mail per errore, in realtà stava giocando a campo minato, in cui dichiarerà di lasciare la corsa a sindaco di Crema e di preferirè assumere la presidenza della Pergolettese. Max Marinelli liberato dal Pergo in un post su Facebook apparso alle 11.21 rimosso alle 11.24 rimesso alle 12.25 e ri rimosso alle 12.48 dicharerà di scendere in campo con una coalizione formata da Psdi, Psiup, Pli, Pri e Alba Crema.

Bruno Mattei

(Visited 35 times, 5 visits today)