Franco Bordo subito sul pezzo, rinvio a giudizio di don Mauro Inzoli: “la giustizia italiana faccia il suo corso”

Franco Bordo subito sul pezzo, rinvio a giudizio di don Mauro Inzoli: “la giustizia italiana faccia il suo corso”

Poco dopo che le agenzie di stampa hanno battuto la notizia del rinvio a giudizio di don Mauro Inzoli è arrivato nelle redazioni il comunicato del deputato cremasco di Sel Franco Bordo, eccolo:

La notizia secondo la quale il Procuratore Di Martino ha deciso di rinviare a giudizio don Mauro Inzoli é un fatto importante. Nonostante il rinvio non sia (ancora) una condanna è certamente l’attestazione giuridica che l’esposto che feci alla Procura della Repubblica, sul finire del giugno dell’anno scorso, era ben ponderato e si basava sul dubbio, rivelatosi corretto, che qualcosa di grave potesse essere successo anche sul nostro territorio; é anche la prova del lavoro puntuale e serio che la Procura ha svolto nel corso di quest’anno.

Tutto questo nonostante la ritrosia dello Stato Vaticano che, se è pur vero che attraverso Mons. Cantoni ha interdetto Inzoli dalla nostra Diocesi per abusi sessuali su minori, non ha trasmesso alla Procura italiana gli incartamenti di quelle indagini.
Ora inizierà la fase che stabilirà la verità processuale su quanto può essere accaduto: rileviamo tuttavia l’enorme gravità dei fatti contestati.

QUI quello che gli contesta la procura da Cremaoggi

(Visited 48 times, 17 visits today)