Fratelli d’Italia, gli Stati generali dello sport? Sono solo una passerella elettorale per la Bonaldi

Fratelli d’Italia, gli Stati generali dello sport? Sono solo una passerella elettorale per la Bonaldi

Con comunicazioni indirizzate alle società sportive del territorio, la sindaca Bonaldi e il consigliere delegato Della Frera hanno indetto in pompa magna per il prossimo 11 marzo gli “Stati generali dello sport di Crema” per l’analisi dell’anno 2016 e la stesura di un documento finale, beninteso non vincolante, da lasciare in eredità alla prossima amministrazione.

Pur trattandosi di un’iniziativa teoricamente condivisibile, ci chiediamo però anzitutto perché mai questa amministrazione non abbia sentito l’esigenza di indire questa sorta di assemblea generale dello sport prima dell’avvio di “Crema Città Europea dello Sport 2016”, tenuto conto che, in definitiva, gli eventi sportivi di cui la Bonaldi si fregia sono merito esclusivo delle società sportive e dei volontari della città e del territorio. Per di più tali stati generali dello sport, se celebrati un paio d’anni fa, avrebbero consentito alle realtà sportive locali di far sentire la loro voce su tematiche vive, quali le procedure di assegnazione della gestione degli impianti sportivi comunali a soggetti privati, ma forse era proprio ciò che la giunta Bonaldi voleva evitare.

In termini più generali ci chiediamo poi perché mai questo “raptus (pseudo)partecipativo” della Bonaldi non si sia concretizzato con i cittadini su ben altri temi assai più scomodi per la sua giunta (moschea; ruolo di SCRP; Fondazione S. Domenico, ecc.).

Analizzando in dettaglio il programma di tali “Stati generali dello sport scopriamo poi che questi, a parte la passerella di rito della Bonaldi e di Della Frera, dovrebbero concretizzarsi in 4 distinti tavoli di lavoro, a cui potrà partecipare chiunque sia interessato, in cui i partecipanti potranno esporre i rispettivi interventi solamente dalle ore 10,00 alle 11,30! In sostanza ogni tavolo di lavoro, che negli auspici degli organizzatori dovrebbe contare decine di partecipanti, dovrebbe esaurire i propri lavori in un’ora e mezza al massimo, con buona pace dell’apertura all’ascolto!

Ma v’è di più. Mentre i vari partecipanti dovrebbero portare il proprio contributo gratuitamente e ringraziare pure la Bonaldi che degnosamente avrà concesso loro udienza, gli stati generali saranno invece diretti da un advisor esterno, la SG Plus Ghiretti & Partners S.r.l., ovviamente a spese del contribuente.

Mentre chiediamo alla giunta Bonaldi di rendere noti i costi di tale iniziativa, alle società sportive di far sentire la propria voce sulle rispettive tematiche di interesse senza farsi strumentalizzare da questa giunta ed ai candidati a sindaco di prendere posizione in proposito, noi Fratelli d’Italia – Circolo di Crema chiamiamo questi “stati generali dello sport” per quello che sono: una vergognosa farsa per la propaganda elettorale della Bonaldi, a spese dei cittadini!

 

Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale Circolo di Crema

(Visited 30 times, 6 visits today)