Già, ma chi fa sport acquatico, beh con la nuova riapertura del Centro Natatorio di via Indipendenza a Crema, potrà riprendere l’attività?

Già, ma chi fa sport acquatico, beh con la nuova riapertura del Centro Natatorio di via Indipendenza a Crema, potrà riprendere l’attività?

Una domanda banale…

Noi (sono l’allenatore capo della Rari Nantes Crema, una piccola e banale Associazione Sportiva Dilettantistica che fa fatica a stare in piedi se non basandosi sul concetto di volontariato, non siamo un colosso come SM) siamo stati costretti, non senza difficoltà a trasferirci a Vaiano Cremasco, visto che a giugno a Crema non aprivano la piscina, prospettando tempistiche anche ben oltre i termini della tanto vituperata SCS.

Ma almeno, e lo dico per amore dello sport cremasco, gli atleti globalizzati cremaschi che nuotano nella Sm, sia master che agonisti, potranno riprendersi ( se non hanno cambiato sport) con la nuova riapertura?

Non credo..

E mi dispiace..

Ma quanto sto dicendo l’avevo previsto già da anni..

E chi mi conosce lo sa…

Questo l’interessantissimo, per certi versi squarciante post, pubblicato su Facebook, da Paolo Giovanni Basso Ricci, allenatore di una società attiva nello sport acquatico. Ma a questo punto, allorquando scadrà la convenzione con Sport Management, al comune non converrebbe riprendersi direttamente la gestione della piscina comunale. O, quantomeno, rivedere ad hoc le future, futuribili convenzioni?

stefano mauri

(Visited 21 times, 21 visits today)