Gianpaolo Saccomano e il suo mese di settembre denso e letteralmente … bestiale

Gianpaolo Saccomano e il suo mese di settembre denso e letteralmente … bestiale

Dopo questo mese di agosto più o meno di riposo, ecco il regista, autore, scrittore, criminologo, sceneggiatore, studioso appassionato di Ufo e Mistery Gianpaolo Saccomano è atteso da un mese di settembre bestiale e denso di impegni. E di questo abbiamo parlato con lui reduce, tra le altre cose, da una serata dedicata al “Mostro di Firenze” tenutasi nei giorni scorsi a Bobbio, nel Piacentino.

Come è andato allora l’evento dedicato all’anteprima Nero Fiorentino dello scorso venerdì 26 luglio?

Successo straordinario a abbiamo proiettato buona parte del film.

Ribadiamo quando invece si terrà il debutto totale e ufficiale?

Lunedì 23 settembre al teatro Filo di Cremona.

Insomma i drammatici delitti del Mostro di Firenze tengono sempre banco?

Esattamente e la gente che partecipa ai nostri eventi è informata e preparata su quei fattacci che sconvolsero la Toscana e l’Italia.

E tu con Nero Fiorentino lancerai la tua ipotesi su chi potrebbe essere stato il Mostro, vero?

Sì dirò la mia, per carità basandomi su indizi, non su prove certe, tracciando una sorta di identikit del serial killer: persona con gravi problemi psichici che presumibilmente viveva in casa coi genitori e spiegando anche perché a un certo punto non uccise più.

E se dico Torriglia?

Dal 13 al 15 settembre prossimi venturi sarò tra i relatori del “Torriglia Ufo Convention 2019 Evolution – Nuova Era” in Liguria, un’interessantissima tre giorni tutta dedicata a fenomeni extraterrestri. Per quanto mi riguarda proverò a motivare quella strana correlazione che parrebbe esserci tra strani suoni, terremoti, luci e incendi con avvistamenti ufo.

Il Comitato Torriglia Ufo Convention è molto attivo o sbaglio?

E così e non poteva essere altrimenti: Torriglia è la città dove si verificarono stranissimi episodi caratterizzati da avvistamenti e, in particolare è il luogo dove Pier Fortunato Zanfretta sostiene di aver vissuto tra la fine degli anni Settanta e gli inizi degli Ottanta parecchi incontri ravvicinati con esseri alieni.

Ufo e Mostro di Firenze: fatti e argomenti diversissimi tra loro, ma che potrebbero, condizionale d’obbligo, essere accomunati dal fatto che qualcuno potrebbe non aver detto tutto quello che sa, no?

Tesi molto veritiera e possibile. Sul Mostro chissà potrebbero esserci persone e personaggi che qualcosina sanno, mentre i vertici militari italici, beh sugli ufo dovrebbero avere parecchie notizie. Almeno io la penso così… del resto siamo in Italia patria pure del mistero.

Stefano Mauri

 

 

(Visited 68 times, 68 visits today)