Giovanni De Grazia tra centrodestra, l’Ape Regina Bonaldi, Ancorotti e Borghetti

Giovanni De Grazia tra centrodestra, l’Ape Regina Bonaldi, Ancorotti e Borghetti

E’ in politica attiva dall’ormai lontano 1980, Giovanni De Grazia, coordinatore cittadino dei Fratelli d’Italia, i Fratellini’s per dirla alla Emanuele Mandelli (musicologo, giornalista, scrittore, cronista del Granducato), il partito rilanciato da Giorgia Meloni, la bella (insomma l’altra faccia della cosiddetta “Moneta Salviniana”) e propositiva faccia del centrodestra italiano. Sempre in prima linea mettendoci faccia, cuore e passione, dal Fronte della Gioventù, a Fdl, passando per l’Msi, Alleanza Nazionale e il Pdl, De Grazia non si è mai risparmiato. E nei giorni scorsi ha scambiato, nella sede cittadina, (che bello un partito che finalmente ha ancora la sua sezione) del suo partito in fase costruttiva, due parole con noi.

Cosa ti dice il nome Gianfranco Fini, ex leader di Alleanza Nazionale?

Un buon tattico, ma un pessimo stratega: contribuì ad allargare il nostro bacino di voti, poi però si è perso. E a distanza di tempo mi lascia indifferente.

Che mi dici di Giorgia Meloni?

E’ la nostra fortuna, siamo al suo fianco. E in parte, in Lombardia, il merito della sua ascesa è attribuibile a Ignazio La Russa, colui il quale, nel 2012 ci spinse convinto a sostenere la Meloni, donna in gamba, chiara e coerente, con …convinzione.

A livello locale non vi manca un pochino una figura quale Maurizio Borghetti?

Ho provato più volte a coinvolgerlo nuovamente con noi, ma Borghetti ha deciso di lasciare la politica. Rispetto la sua decisione e lo ricordo con affetto, anche se un pochino umorale, Maurizio è un grande.

Quindi Renato Ancorotti ha la tessera di Fratelli d’Italia?

Sì ed è un vanto per noi è un valore aggiunto incredibile. Lo vedrei bene, per quanto mi riguarda, candidato alle prossime politiche a Roma.

A proposito: state già lavorando alle “Amministrative 2022”  di Crema?

Certamente e tanta gente ci contatta, ergo vogliamo farci trovare pronti all’appuntamento. Dunque sarebbe bello se pure le altre forze del centrodestra iniziassero a interagire con noi mettendo in campo obiettivi e forze credibili.

Un giudizio sul secondo mandato di Stefania Bonaldi?

A oggi insufficiente: la sindachessa, persona preparata e intelligente è un’ape regina, una donna sola al comando, anche se finge di dialogare coi suoi colleghi di giunta. Forse solo l’assessore ed ex senatrice Cinzia Fontana, la quale si mormora possa candidarsi per il centrosinistra tra due anni, non soffre la presenza pesante della Bonaldi. Mira alla politica romana Stefania Bonaldi, per questo si è fatta paladina dei diritti civili. Ah … se noi del centrodestra non costruiamo un percorso condiviso, chiaro e pragmatico con, come detto poc’anzi, programma e candidato sindaco forte, mah temo possa comunque affermarsi nuovamente il centrosinistra.

Un tuo personale ricordo sull’ex senatore ed ex primo cittadino di Rivolta d’Adda Lamberto Grillotti?

Uomo meraviglioso, politico preparatissimo, non a caso fu tra i relatori della Finanziaria, purtroppo scomparso troppo giovane. Era veramente straordinario e rispondeva sempre a tutti: notte e giorno, al telefono, non avendo mai cambiato il suo numero. Non a caso, da destra a sinistra lo ricordano tutti piacevolmente.

Cosa non ti piace di Crema, capitale del Granducato del Tortello?

Innanzitutto chiediamoci cosa vogliamo diventi, la nostra città tra vent’anni. Detto questo, mio figlio per studio fa il pendolare a Milano e gli spostamenti su ferrovia sono un disastro. Senza dimenticare che, nonostante in Regione come Fratelli d’Italia siamo sul pezzo, sulla definitiva riqualificazione della Paullese, la situazione, pur fluida è ancora vagamente nebulosa. Restano infine i nodi, tuttora ingarbugliati, Pierina, “Tangenzialina”, Università e metrò leggero verso Paullo, che tanti problemi, tale opzione risolverebbe. No?

stefano mauri

 

 

 

 

 

(Visited 136 times, 136 visits today)