Gli anni ’80 sul palco del Galilei per il via di Teatro è… con un bello Svarietà

Gli anni ’80 sul palco del Galilei per il via di Teatro è… con un bello Svarietà

La terza edizione di “Teatro è… dal territorio interventi in scena”, diretta da Fausto Lazzari, inizia sabato 23 novembre alle ore 21 sul palco dell’Auditorium Galilei di Romanengo, con la Compagnia Teatro dell’Incontro di Postino che presenta “Svarietà”, uno spettacolo diretto da Francesco Fasoli. Si tratta di due ore di sano divertimento e tante risate e per tutti quelli che hanno superato gli “anta” anche di piacevoli ricordi televisivi o radiofonici. Lo spettacolo è nato dalla voglia di rendere omaggio ai mostri sacri del varietà nostrano, recuperando, trascrivendo e mettendo in scena una serie di sketch comici rappresentati in TV, negli anni che vanno dal dopoguerra al boom economico. Vengono così reinterpretati artisti del calibro di Walter Chiari, Mario Riva, Carlo Campanini, Ugo Tognazzi, Raimondo Vianello, Ave Ninchi e tanti altri. L’idea è quella di offrire, in modo semplice quanto efficace, la leggerezza di una comicità intelligente e rispettosa dello spettatore. A rendere ancora più gradevole la messa in scena ci pensano gli attori, che si dedicano anche al canto e alle danze popolari, con una ricchezza di costumi non indifferente oltre che puntuale. Dalla tarantella napoletana, da cui fu preso lo spunto per creare la celebre musica di Carosello, ai jingles pubblicitari della prima Rai, oltre a simpatiche rivisitazioni di “antiche pubblicità”. Uno spettacolo, insomma, che stimola a ricordare, divertirsi, ridere, cantare insieme ai tanti attori, molti dei quali veramente giovani e carichi di energia!

In scena ci sono: Domenico Bonomi, Angela Buscaino, Ernesto Capra, Diana Cazzulani, Alberto Dossena,  Francesco Fasoli, Michela Fasoli, Angela Grossi, Igor Manna, Gianluca Merigo, Marcello Palmieri, Daniela Polgatti, Gloria Rotta, Francesco Zanaboni. Presenta: Mira Rossi, luci a cura di Agostino Manenti.

La rassegna “Teatro è…”, voluta dall’amministrazione comunale di Romanengo, si pone l’obiettivo di far convergere in quel particolare contenitore che è l’auditorium Galilei le tante realtà e i numerosi gruppi che sul territorio cremasco si dedicano con passione e rigore al teatro. Ingresso 5 euro.

 

(Visited 7 times, 7 visits today)