Il Cuoco Stefano Scolari: lI segreto del mio Risotto alla Vecchia Lodi è …

Il Cuoco Stefano Scolari: lI segreto del mio Risotto alla Vecchia Lodi è …

Stefano Scolari innanzitutto è un ragazzo umile, straordinario, generoso, sempre pronto a mettersi in gioco, a imparare, a studiare. Particolare non indifferente, ecco cucina appassionatamente bene in quel di Abbadia Cerreto, laddove … praticamente su un’isola baciata da corsi d’acqua e della natura, a due passi dalla mistica e fiabesca Abbazia, beh ha creato il suo Regno del Cuore ove mangiare da Re e Regine, spendendo il giusto, è buona regola.

E con lui, volentieri siamo tornati a scambiare quattro chiacchiere … Ah la cantina del suo locale conta quasi 300 etichette (di vini) e oltre 200 bottiglie (esposte divinamente), curate da professionisti, tra gli altri, quali Ezio Falconi e Dino Barbieri (e nella fotografia è ripreso proprio con Stefano) di rum, liquori, grappe, distillati, insomma: Chapeau!

Sbaglio o arriveranno a breve parecchie novità importanti e specialissime per te?

La carne al fuoco è molta, ma per ora tutto è rigorosamente top secret. State comunque collegati.

Si mormora che tanto al venerdì, quanto alla domenica sera l’Antica Osteria del Cerreto registri sempre il tutto esaurito…

E’ vero e la cosa ci riempie di gioia. Oltre al tradizionale menù alla carta e alla formula degustazione, al venerdì il Girorisotti attrae tantissimo, al pari dell’Apericena, rigorosamente seduti e d’autore, domenicale.

Ma è vero che dietro al successo (piatto da Oscar: degustare per credere) del Risotto alla Vecchia Lodi si cela un ingrediente segreto che aggiungi quasi a fine preparazione?

Sì e tale rimarrà senza dimenticare la particolarissima esplosione di gusto rappresentata dal ragù di carne cotto quasi 8 ore, la tipicità della Salsiccia Lodigiana aggiunta poi, insieme alla pancetta, il tutto accompagnato a un risotto alla zafferano e da seducente Raspadura Bella Lodi.

Mi hai fatto venire una fame. E confermo che questo piatto, marchio originale depositato e simbolo dell’Antica Osteria del Cerreto, è buonissimo, spacca…

Grazie, sono contento ti piaccia. In effetti è molto richiesto e va alla grande pure d’estate, nonostante il caldo e l’afa.

Ah … che antipastino tipicamente fluviale e padano è il vostro “Carpione di fiume con anguille, trote, persico, rane e pesciolini”, RiChapeau!

Siamo attentissimi alla tradizione e schiacciamo l’occhio al presente e … al domani. E i nostri piatti seguono l’andamento delle stagioni.

stefano mauri

 

 

 

 

(Visited 53 times, 53 visits today)