Il FotoArtista Arrigo Barbaglio presenta, racconta e decanta il “Vicolo del Mortaio” di Tangeri in Marocco … Chapeau!

Il FotoArtista Arrigo Barbaglio presenta, racconta e decanta il “Vicolo del Mortaio” di Tangeri in Marocco … Chapeau!

“VICOLO DEL MORTAIO” anche a TANGERI 🙂 il davanzale è troppo grande per potersi sporgere e guardare cosa succede, giù nel vicolo. I rumori e le VOCI però sono tante e spesso concitate. In questo istante un paio di uomini non la smettono più di bussare con frenetica violenza a una porta sbarrata chiamando Simo. ” SIMO, SIMO…”…intercalano la chiamata ufficiale con incomprensibili dialoghi tra loro. Gli fanno eco da lontano un coro di gabbiani stizziti che dal vecchio porto sorvolano la medina. Simo, non da SEGNI di vita, nonostante tutto il vicolo sia ormai obbligato al risveglio delle 6 del mattino, ma la storia dura da molto prima. Almeno dalle 3 di notte, anche se in maniera più soffusa. Ci sono anche i gatti randagi a vagolare, sempre affamati, nel vicolo. E poi un paio di uomini che con tutto il loro armamentario di coperte, vi dormono puntualmente ogni notte sul selciato umido e sporco. Di giorno ti vengono invece incontro piccoli trafficanti di ogni specie che ti propongono di tutto, ma è la notte che il vicolo con tutte le sue pensioni per turisti, messe in bella mostra una di fianco all’altra, si accende. Discorsi all’alcol altisonanante che non finiscono mai, amplificandosi nell’imbuto architettonico della Medina e poi le sinuose musiche del ventre a tutto volume che non smettono mai, almeno fino alle 3 di notte… Appena prima del tormentone del Simo di turno, probabilmente perso dentro i fumi di una sbornia colossale, barricato in una qualche povera stanzetta del vicolo. Poco più in là, altri vicoli pieni di normalità: carriaggi colmi di prezzemolo e erba menta per profumare il dedalo di stradine e sollevare le menti dei residenti, ma anche di fichi maturi e pesche nettarine, di angurie e meloni sventrati per invogliare i passanti all’acquisto… di giorno i vicoli si riempiono però anche delle voci dei bimbi e della loro perenne voglia di giocare… e meno male che il GIORNO STA per ARRIVARE, Anche se del risveglio di SIMO, Sotto la nostra finestra, nessun segno… Chissà forse il Mezzogiorno gli porterà più fortuna… 🙂 per intanto un intenso profumo di pane appena sfornato invade la nostra camera: è senz’altro giunto il momento d’inseguirlo, giù nel vivace labirinto dei vicoli della Medina, a partire proprio dal nostro vicolo del Mortaio… 🙂 ( testi e foto dal cell di Arrigo Barbaglio in Tangeri 4 luglio ’19 / 24 ° di temperatura con sole ben ventilato)

(Visited 18 times, 18 visits today)