Il misterioso Giampi Alpiani, il cremasco autore di una pubblicità tormentone degli anni ’80. Il video

Il misterioso Giampi Alpiani, il cremasco autore di una pubblicità tormentone degli anni ’80. Il video

E’ stato uno degli spot tormentone degli anni ’80. Qualcuno si ricorda lo spot del ragazzino che andava alla stazione a salutare la fidanzatina che partiva in treno e le regalava al volo una lattina di aranciata San Pellegrino su chi aveva scritto a pennarello: Ti Amo… lo ricordate vero? La canzoncina sotto, vero terribile tormentone, faceva così:  “E’ la prima volta che scopri, che provi, che assaggi la vita, che ti senti cosi grande. E allora incontri un gusto che è nuovo come te San Pellegrino, è l’aranciata della prima volta, la prima volta che ti senti grandeeee”… terribile.

Ebbene questo terribile flagello che ha massacrato gli anni ’80 e che ovviamente abbiamo scovato su You Tube, è opera efferata di un cremasco: Giampi Alpiani. Personaggio schivo. Difficile ricostruire la sua carriera. Di certo si sa che negli anni ’70 con Paolo “Feiez” Panigada aveva una cover band chiamata Beatlesmania. Amici di un altro cremasco doc: Lucio “Violino” Fabbri, che avrebbe voluto lanciarli nel mondo della musica. Feiez poi la strada la trovò da solo, negli  Elio e le Storie Tese.

Come ringraziamento l’amico Giampi  fu coinvolto nella realizzazione del disco della band di Milano Italyan, Rum Casusu Çikti. Nel disco Alpiani fa i cori in Supergiovane. Nello stesso periodo, tanto che si trovava in studio di registrazione fu coinvolto anche nella realizzazione del primo disco di Carlo Fava, assieme ad un altro cremasco Carlo Bellani, fa i cori in tutti i pezzi.

Ma il suo capolavoro rimane il 45 giri  La prima volta/Vado via. Il lato A era ovviamente la versione intera del brano dello spot San Pellegrino. Edito dalla CGD nel 1985 è oggi un oggetto di culto venduto e cercato su E-Bay. La musica di quello “scempio” pensate fu scritta nientemeno che da Flavio Premoli della Pfm e da Mario Scotti.

Il brano, incredibile a dirsi, fu ripreso nel 1991 dalla Ricordi per una compilation di brani di spot televisivi, fini fianco a fianco di brani di musicisti come Vangelis o Jack Bruce. Lo spot girò in televisione per due anni e poi fu sostituito da un altro spot, molto più terribile. Colori postmoderni e immagini a cartoon con un odioso bambino che cantava “San Pellegrino che aranciata esagerata, ogni bevuta è una fortissima risata ah ah…con le bo-bollicine, la festa è assicurata”, se possibile peggio del precedente…

(Visited 356 times, 162 visits today)